PASSO DEI MANDRIOLI, 1173m (Forlì-Arezzo)



Accesso da Bagno di Romagna 12,4 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Bagno di Romagna(492)-incrocio SP137(509)
1,1

17

1,55

incrocio SP137(509)-1° tornante(669)
2,9

160

5,52

1° tornante(669)-4° tornante(994)
5,1

325

6,37

4° tornante(994)-Passo dei Mandrioli(1173)
3,3

179

5,42





Accesso da Soci 16 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Soci(400)-Badia Prataglia(835)

10,7

435

4,07

Badia Prataglia(835)-Passo dei Mandrioli(1173)

5,3

338

6,38




Il valico collega la valle del romagnolo fiume Savio con il Casentino e la valle dell'Arno mediante una strada asfaltata la cui costruzione è stata effettuata negli anni 1870/1882.

Sul versante emiliano da Cesena seguendo la vecchia statale o la moderna superstrada Cesena-Orte si raggiunge Bagno di Romagna (492m), dove si trova la bella parrocchiale di Santa Maria Assunta-Santuario della Madonna del Sangue.
Poco a sud del paese ad un incrocio (509m) si svolta a destra seguendo le indicazioni per Firenze per imboccare la strada provinciale 142 e si lascia a sinistra la strada provinciale 137 asfaltata per Verghereto, il Valico di Montecoronaro (853m) e la valle del Tevere.
Si sale subito decisamente in una valle laterale e si attraversa su un ponte (533m) il torrente Becca; si continua a salire con pendenze sensibili e costanti tra pareti rocciose e bosco.
Si affrontano il 1° tornante (669m) ed il 2° tornante (698m) e si continua con un lungo traversone con pareti rocciose a destra e bosco a sinistra ed ampio panorama; dopo una casa cantoniera (812m) in rovina si percorre l'impressionante tratto denominato "Le Scalacce" in mezzo a formazioni rocciose molto caratteristiche e di grande interesse geologico.
Dopo il piccolo borgo rurale di Racetto (878m) si affronta il 3° tornante (890m), si ignora una diramazione sterrata a sinistra e dopo una curva a sinistra si raggiunge il Villaggio Ravenna Montana (917m al bivio con una diramazione a destra).
Si continua in un fitto bosco composto da alberi di alto fusto, si aggira una conca con un piccolo laghetto (930m) e si raggiunge il 4° tornante (994m), in corrispondenza del quale si lascia a destra una strada a fondo naturale che raggiunge il Colle di Carpano (1013m).
Si supera il punto panoramico in cui sorge la Cantoniera Cisterna (1066m) e si oltrepassano una casa isolata (1089m) in località Tavole di Mosè, poco dopo un altro edificio (1110m) in località Raggio ed infine una terza costruzione (1139m) sulla destra.
Si prosegue con pendenze costantemente impegnative fino a raggiungere il passo, stretta e solitaria sella tra due emergenze rocciose.

Sul versante toscano si parte da Soci (395m), località del Casentino, percorrendo senza difficoltà la strada di fondovalle; dopo aver oltrepassato la Mausolea (422m) si attraversa Partina (431m) e si inizia a salire moderatamente; dopo il ponte (470m) sul Fosso delle Fontanelle la valle percorsa dal torrente Archiano si restringe diventando solitaria e boscosa.
Si attraversa il Ponte Biforco (511m), si lascia sulla sinistra una prima diramazione per Serravalle e l'Eremo di Camaldoli (1104m) e dopo un tratto impegnativo in località Pian del Ponte (713m) si lascia sulla sinistra una seconda diramazione per Serravalle e l'Eremo di Camaldoli (1104m).
Si procede con tracciato tortuoso in sensibile salita arrivando a Badia Prataglia (835m); nel centro del paese dopo la chiesa ed un ponte si lascia a sinistra la strada inizialmente asfaltata e poi a fondo naturale per il Passo Fangacci (1234m) dal quale si discende all'Eremo di Camaldoli.
All'uscita del paese si ignora la diramazione a destra per Corezzo ed altre frazioni e si sale decisamente nel bosco affrontando il 1° tornante (931m) ed il ravvicinato 2° tornante; subito dopo una locanda ad un incrocio (960m) si lascia a sinistra la diramazione a fondo chiuso per il Centro Montano Sant'Antonio.
Si attraversa il ponte (977m) sul torrente Macchione e si affrontano il 3° tornante (1014m) ed il 4° tornante (1034m); in forte salita si oltrepassa il Villaggio San Francesco e si continua con molte curve e pendenza che si addolcisce fino al valico, preceduto da un piccolo spiazzo per il parcheggio.



Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page