PASSO DI MONTE GIOVO, 2099m (Bolzano)



Accesso da Merano 40,2 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Merano(325)-Rifiano(502)

5,3

177

3,34

Rifiano(502)-Saltusio(490)

4,1

-12

-0,29

Saltusio(490)-San Martino in Passiria(597)

7,0

107

1,53

San Martino in Passiria(597)-San Leonardo in Passiria(688)

4,1

91

2,22

San Leonardo in Passiria(688)-Schlossberg(1001) 

4,2

313

7,45

Schlossberg(1001)-galleria(1163)

3,0

162

5,40

galleria(1163)-Valtina(1262)

1,6

99

6,19

Valtina(1262)-Gasthof Innerwalten(1382)

1,7

120

7,06

Gasthof Innerwalten(1382)-9° tornante(1729)

4,2

347

8,26

9° tornante(1729)-11° tornante(1966)

3,1

237

7,65

11° tornante(1966)-Passo di Monte Giovo(2099)

1,9

133

7,00





Accesso da Vipiteno 17,7 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Vipiteno(940)-Casateia(970) 

3,0

30

1,00

Casateia(970)-1° tornante(1139)

2,1

169

8,05

1° tornante(1139)-Calice(1445) 

4,1

306

7,46

Calice(1445)-6° tornante(1703)

3,6

258

7,17

6° tornante(1703)-Rifugio del Giovo(1990)

3,7

287

7,76

Rifugio del Giovo(1990)-Passo di Monte Giovo(2099)

1,2

109

9,08




Il Passo di Monte Giovo, in tedesco Jaufenpass, collega Merano e la Val Passiria con Vipiteno e la valle dell'Isarco mediante una strada interamente asfaltata ma molto impegnativa e tortuosa; il valico era già frequentato in epoca romana e mantenne sempre notevole importanza fino alla costruzione della strada e poi della ferrovia del Brennero lungo la valle dell'Isarco tra Bolzano e Vipiteno; la strada moderna fu costruita nel 1912.

Sul versante meridionale da Merano (325m) si inizia a salire sensibilmente lungo le strade cittadine, trafficate e tortuose; alla fine dell'abitato la strada diventa larga, rettilinea ed in moderata pendenza ed imbocca la verde Val Passiria, ricca di villaggi sparsi.
Dopo il bivio per Tirolo, il villaggio con il famoso castello che fornisce il nome all'intera regione, si procede con un breve falsopiano ed una salita sensibile e tortuosa; in leggera discesa si effettua una diversione in una valletta laterale; dopo il ponte si sale decisamente a Caines, poi si scende brevemente e si raggiunge con una impegnativa rampa il paese di Rifiano/Rifian (502m), dove si trova una fontana; nella parte alta del paese sorge la chiesa parrocchiale e l Santuario della Beata Vergine Addolorata.
Dopo una lunga e leggera discesa con una contropendenza si continua con alcuni saliscendi fino a Saltusio/Saltaus (490m), stazione di partenza di una funivia.
La valle diventa più alpestre e solitaria e la strada procede con lunghi falsopiani, qualche breve discesa ed alcune rampe sensibili.
Dopo la zona degli alberghi sportivi di Sorgente/Quellenhof, dove si percorre una breve galleria, si incontrano alcuni saliscendi presso Valclava e si affronta la moderata salita che conduce a San Martino in Passiria/St.Martin in Passeiertal (597m); si percorrono ancora dei tratti di falsopiano, poi inizia una salita, dapprima moderata e poi impegnativa, che conduce a a San Leonardo in Passiria/St.Leonhard in Passeiertal (688m), principale centro della valle, all'incrocio con la strada del Passo del Rombo (2497m).
Alla base del paese si lascia a sinistra la moderna circonvallazione per il Passo del Rombo e si sale ad attraversare il centro, dove si trova una fontanellla; si scende leggermente fino ad una rotonda, dove si lascia a sinistra la strada storica per il Passo del Rombo.
Si tiene a destra e si comincia a salire con forti pendenze uscendo dal centro abitato; dopo il 1° tornante (774m) si entra nel bosco con strada tortuosa e ben ombreggiata; si affrontano il 2° tornante (878m) ed il 3° tornante (927m); in corrispondenza del 4° tornante (1001m) sorge l'albergo Schlossberg e presso il 5° tornante (1070m) si trova un chiosco.
Si esce dal bosco e si penetra nella valle di Vannes correndo alti in costa mentre il torrente Valtina scorre molto più in basso nel fondovalle; presso il bivio per Coste la salita diventa più facile per circa 500 metri fino ad una galleria di 150 metri a quota 1163m; la strada incontra alcune case e risulta in questo tratto piuttosto stretta e tortuosa con continue curve.
Dopo il villaggio sparso di Valtina/Walten (1261m), di cui non si riesce ad individuare un centro, si supera la Gasthof Innerwalten (1382m) e si percorre un tratto di strada ampia e moderna superando il 6° tornante (1433m); si rientra nel bosco ed in forte ascesa si raggiungono il 7° tornante (1514m) e l'ottavo tornante (1624m), dopo il quale si aprono alcune radure che consentono di vedere in alto il tratto conclusivo del tracciato.
Dopo il 9° tornante (1729m) ed il 10° tornante (1825m) si esce dal bosco e si attraversano con un lungo tratto in costa gli ampi pascoli della Malga del Giovo/Jaufen Alm fino a raggiungere l'undicesimo ed ultimo tornante (1966m); si lascia sulla sinistra il Rifugio Genziana/Enzian Hutte e si percorre l'impegnativo tratto conclusivo seguendo la cresta della montagna con numerose curve fino ad arrivare al passo, stretto intaglio nella costiera montuosa.
Vi sorgono due bar-ristoranti e si gode un ampio panorama su entrambi i versanti; sul versante meridionale si osservano i monti della Val Passiria sia nella parte bassa verso Merano sia nella costiera di confine con l'austriaca Otztal culminanti con l'Altissima/Hohe Wilde (3480m), la Cima delle Anime/Hint.Seelenkogl (3469m) e il Monte Principe/Hoher First (3403m) con i loro ghiacciai; sul versante settentrionale si vedono i monti della Val Ridanna e della zona di Vipiteno con vette elevate e molti piccoli ghiacciai.

Sul versante settentrionale il percorso inizia a Vipiteno/Sterzing (948m); alla grande rotonda (940m) sulla strada statale 12, del Brennero, all'ingresso meridionale della cittadina, si seguono i cartelli per Passo Pennes e Passo Giovo imboccando la strada statale 44, si oltrepassa la rotonda per lo svincolo autostradale e si sottopassa il tracciato dell'autostrada.
Subito dopo ad un incrocio ben segnalato (941m) si lascia a sinistra la strada statale 508 per il Passo di Pennes (2214m) e si percorre un lungo rettilineo pianeggiante dove i ciclisti percorrono la pista ciclabile affiancata alla strada statale.
Si prosegue diritti alla rotonda (945m) dove si dirama a destra la strada per Telves/Telfes e Tunes/Thuins mentre alla successiva rotonda si tiene a sinistra lasciando a destra il percorso per Campi di Sotto/Unterackern e la zona industriale di Vipiteno; si attraversa il Rio Mareta (948m) ed alla terza rotonda (950m) si procede diritti lasciando a destra la zona industriale ovest; anche alla quarta rotonda (956m) si continua diritti lasciando sulla destra il piccolo centro abitato di Casateia/Gasteig (970m).
Si inizia a salire nel fitto bosco con severe pendenze affrontando il 1° tornante (1138m) ed il 2° tornante (1231m) per arrivare a Calice/Kalch (1445m); in forte salita si incontrano il 3° tornante (1514m), il 4° tornante (1562m), il 5° tornante (1637m) ed il 6° tornante (1703m); si percorre un lungo traversone dove si incontra (1822m) un ampio parcheggio a destra dal quale una strada sterrata conduce alla Malga di Calice/Kalcheralm dove si trovano alcuni impianti di risalita.
Il bosco diventa sempre più rado e si continua tra i prati con ampio panorama fino al 7° tornante (1985m) ed al vicinissimo 8° tornante (1990m) dove sorgono il rifugio del Giovo (1990m) ed una cappella, in una zona frequentata d'inverno per la pratica sciistica; subito dopo la stazione di arrivo di una seggiovia si affronta il 9° tornante (2032m) e dopo il 10° ed ultimo tornante (2061m) si raggiunge finalmente il passo.

(Itinerario percorso il 26/07/2009 da Merano)



Le montagne che chiudono ad ovest la Val Passiria sul confine con l'austriaca Otztal

Il tratto di salita dalla Val Passiria intorno all'ultimo tornante

Ultimo tratto di salita dalla Val Passiria

Il passo visto arrivando dalla Val Passiria

Panorama verso nord e ultimo tratto della salita da Vipiteno

Il passo visto arrivando da Vipiteno

Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page