PASSO DEL REDEBUS, 1449m (Trento)



Accesso da Civezzano 21 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Civezzano(469)-Baselga di Pinè(964)
11,0

495

4,50

Baselga di Pinè(964)-bivio  Pinè(1067)

5,3

103

1,94

bivio  Pinè(1067)-Regnana(1218)

1,5

151

10,07

Regnana(1218)-Passo del Redebus(1449)

3,2

231

7,22





Accesso da Pergine Valsugana 16,6 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Pergine Valsugana(482)-Canezza (603)

4,1

121

2,95

Canezza (603)-Mala (792)

2,3

189

8,22

Mala (792)-Sant'Orsola (925)

2,9

133

4,59

Sant'Orsola (925)-Passo del Redebus(1449)

7,3

435

5,96




Il valico collega la Valle di Pinè con la parallela Valle dei Mocheni mediante una stretta strada asfaltata; tra Civezzano e Pergine Valsugana ci sono solo 5 Km di fondovalle per cui risulta agevole compiere l'itinerario circolare percorrendo entrambi i versanti.

Sul versante occidentale si parte da Civezzano (469m) e si scende leggermente lungo il fondovalle fino ad una rotonda dove si svolta a sinistra; procedendo diritti si può raggiungere Pergine Valsugana completando l'anello.
Si sale decisamente sfiorando il paese di Madrano (530m) e si attraversa con una strettoia Nogarè (684m), poi si guadagna quota con alcuni tornanti nel bosco e pendenze impegnative fino a raggiungere Baselga di Pinè (964m), principale centro della valle; dopo aver superato il contiguo abitato di Serraia di Pinè (972m) si costeggia senza difficoltà il suggestivo e pescoso Lago di Serraia (970m) e si riprende a salire incontrando Rizzolaga-Campolongo (1074m), che precede il bel Lago delle Piazze (1021m).
Dopo aver lasciato a sinistra Piazze (1072m) si procede dapprima in piano e poi si raggiunge in leggera ascesa il bivio (1067m) dove si svolta a destra lasciando il fondovalle.
Su strada più stretta e tranquilla ma molto ripida (pendenza segnalata al 13%) ci si inerpica con alcuni tornanti a Regnana (1218m), che si sfiora lasciandola sulla sinistra; dopo altri duri tornanti si incontra il tratto più difficile del percorso, un rettilineo con pendenza segnalata al 15%, poi si affrontano quattro duri tornanti nel bosco ed infine con l'ultimo tratto abbastanza facile si raggiunge il solitario Passo del Redebus dove sorge un bar e non si incontra neppure il cartello segnalante il valico; gli unici cartelli sono quelli indicanti i comuni di Bedollo ad ovest e di Palù del Fersina ad est.

Sul versante orientale dalla rotonda di Pergine Valsugana (482m) si imbocca un ampio viale alberato in falsopiano seguendo le indicazioni per la Valle dei Mocheni, si superano la Pieve ed un semaforo e si esce dal centro abitato in leggera ascesa; dopo aver attraversato su un ponte il torrente Fersina si sale brevemente con forte pendenza ad una breve galleria seguita da un tratto di falsopiano.
Dopo aver lasciato a destra la strada che percorre la valle lungo il versante orientale la salita diventa impegnativa e con due tornanti si raggiunge Canezza (603m); dopo il paese il tracciato presenta una ripida rampa seguita da quattro tornanti molto impegnativi; si arriva a Mala (792m), prima frazione del comune di Sant'Orsola Terme, e poco dopo il paese si incontra un breve falsopiano molto panoramico.
Si continua in forte salita e tracciato quasi sempre esposto al sole e si arriva a Sant'Orsola (925m), stazione di villeggiatura fra i boschi; in corrispondenza del 7° tornante si trovano il cartello di quota 1000 metri e l'albergo delle terme; dopo l'ottavo tornante si passa in località Doss Martin e si procede nel bosco con un tratto meno duro; la salita riprende ad essere molto impegnativa e dopo altri due tornanti si transita in località Fontanari (1159m).
Con un ponte si passa dal territorio del comune di Sant'Orsola Terme al comune di Palù del Fersina e si percorre un tratto di percorso lungo una dirupata parete a grande altezza sul torrente nel fondovalle con ampio panorama sulla vallata.
Ormai in vista delle case di Palù del Fersina (1360m) si svolta a sinistra per affrontare l'ultimo tratto di salita di 1,8 Km che conduce al passo: dopo un breve tratto moderato la pendenza si impenna fino al 13% e si sale faticosamente nel bosco ancora lungo la Valle dei Mocheni, poi il tracciato piega a destra e la pendenza diminuisce leggermente mentre si entra in una gola boscosa che si apre infine nella sella di valico.

(Itinerario percorso il 17/06/2012)



La sommità del passo guardando verso est

Panorama verso ovest poco sopra Regnana

Premi per tornare alla pagina precedente o clicca per tornare alla HOME Page