DRUGES, 1585m (Aosta)



Accesso da Saint-Marcel 14,3 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Saint-Marcel(625)-Réan(919) 
4,3

294

6,84

Réan(919)-Plout(960)

0,9

41

4,56

Plout(960)-Seissogne(1070)  

1,8

110

6,11

Seissogne(1070)-Layché(1498)

6,1

428

7,02

Layché(1498)-Druges(1585)  

1,2

87

7,25

Accesso da Fénis 12,2 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Fénis(513)-Perron(575)  

0,8

62

7,75

Perron(575)-Layché(1498)

10,2

923

9,05

Layché(1498)-Druges(1585)  

1,2

87

7,25




La tranquilla località montana di Druges si trova in una conca sul versante meridionale della Valle d'Aosta e risulta raggiungibile mediante due strade asfaltate che si congiungono per gli ultimi 2,7 Km da Champremier a Druges.
Entrambi i percorsi sono caratterizzati dal gran numero di stretti tornanti, in particolare la strada da Fénis, denominata localmente la Champremière, molto ripida e poco frequentata dal traffico automobilistico che segue la strada principale da Saint-Marcel, che risulta anche l'unica segnalata con cartelli stradali.
La salita da Fénis è stata affrontata nel corso del Giro d'Italia nella tappa del 1992 conclusasi a Pila e nella tappa del 1997 conclusasi a Cervinia con la vittoria di Gotti e la conseguente conquista della maglia rosa.

Da St.Marcel (625m) si seguono i cartelli per Plout e talvolta per Les Druges salendo ripidamente sopra il paese, che si aggira poi in costa con breve discesa; la strada entra nel bosco e sale con impegnativi tornanti per raggiungere Réan (919m) e, in leggera discesa, Plout (960m), dove sorge il Santuario Virgo Potens, uno dei più rinomati della regione.
Si continua in forte salita con ampi tornanti per raggiungere Seissogne (1070m); un breve falsopiano precede il paese, poi la strada riprende a salire con pendenza costantemente impegnativa e molti tornanti stretti nel fitto bosco.
Superate le poche baite di Cretes si raggiunge il piccolo borgo di Champremier, dove si incontra la strada che sale da Fénis, e si continua con ripida pendenza fino a Layché (1498m), piccolo centro turistico.
Dopo un altro tornante si esce nei prati, si supera Druges bassa e si raggiunge Druges alta (1585m); la strada continua sterrata per raggiungere un'area attrezzata per pic-nic.
Il panorama è straordinario: il Monte Rosa si presenta imponente con i suoi ampi ghiacciai, il Cervino svetta con la sua piramide e la cime settentrionali della Valle d'Aosta si mostrano in tutta la loro bellezza; il Monte Bianco non è visibile da Druges ma solo in buona parte dell'ultimo chilometro.

Da Fénis (513m) risulta abbastanza difficile trovare la strada, perchè totalmente priva di segnalazioni; occorre raggiungere la frazione Perron (575m), dove si incontra un incrocio fra case moderne: la strada da imboccare sale ripida verso la montagna con un segnale di curve per 9 Km.
Dopo una ripida rampa la salita si snoda nel bosco alternando brevi tratti adatti per rifiatare a lunghi tratti con pendenze molto severe; i tornanti sono continui e molto stretti, il traffico scarsissimo; l'ombra prodotta dagli alberi che formano spesso un'autentica galleria vegetale consente al ciclista, impegnato in uno sforzo molto duro, di godere almeno di una certa freschezza esterna.
Il percorso è quasi deserto; solo dopo il sentiero per il Santuario di Saint-Julien (1377m) si incontrano alcune baite in una zona di pascoli; la strada continua poi molto ripida e senza pause fino a Champremier, dove una breve discesa ed una rampetta conducono all'incrocio con la strada che sale da Saint-Marcel.

(Itinerario percorso il 30/06/1996)



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page