PRE' DE PASCAL, 1904m (Aosta)



Accesso da Pré-Saint-Didier 13,9 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Pré-Saint-Didier(1009)-tornante Piccolo San Bernardo(1038)

0,6

29

4,83

tornante Piccolo San Bernardo(1038)-ponte Champex(1032)

0,4

-6

-1,50

ponte Champex(1032)-1° tornante(1055)

0,4

23

5,75

1° tornante(1055)-3° tornante(1118)

1,0

63

6,30

3° tornante(1118)-5° tornante(1180)

1,0

62

6,20

5° tornante(1180)-incrocio per Verrand(1229)

0,8

49

6,12

incrocio per Verrand(1229)-Courmayeur(1220)

1,8

-9

-0,50

Courmayeur(1220)-Pont des Chevres(1228)

1,4

8

0,57

Pont des Chevres(1228)-2° tornante(1370)

1,6

142

8,87

2° tornante(1370)-Santuario(1440)

0,6

70

11,67

Santuario(1440)-incrocio Val Veny(1503)

0,6

63

10,50

incrocio Val Veny(1503)-5° tornante(1660)

1,6

157

9,81

5° tornante(1660)-7° tornante(1721)

0,6

61

10,17

7° tornante(1721)-9° tornante(1808)

0,6

87

14,50

9° tornante(1808)-Pré de Pascal(1904)

0,9

96

10,67




L'antico alpeggio, ora divenuto località turistica, si trova sul versante orientale della Val Veny in splendida posizione panoramica di fronte al Monte Bianco ed è raggiunto da una strada asfaltata molto ripida che presenta però 200 metri sterrati prima del tratto conclusivo.
La stretta e tortuosa strada che da Courmayeur conduce in Val Veny risulta molto trafficata in luglio ed agosto soprattutto nei giorni festivi ed è opportuno evitare di affrontare questa salita di domenica.
Da Pré-Saint-Didier
è meglio seguire la vecchia strada asfaltata che si inerpica tortuosa e tranquilla evitando la veloce strada statale, piena di traffico anche pesante, che sale al traforo del Monte Bianco in alternativa all'autostrada.

Ad un incrocio (1009m) all'ingresso del centro abitato di Pré-Saint-Didier
si lascia la strada statale per Courmayeur ed il Monte Bianco per imboccare la strada statale del Piccolo San Bernardo che attraversa il centro del paese; appena prima della chiesa (1019m) si incontra una bella fontana; si sale moderatamente fino al 1° tornante (1038m) della strada del Piccolo San Bernardo dove si svolta a destra seguendo le indicazioni per Palleusieux.
Si scende dolcemente alla frazione Champex dove si attraversa il fiume (1032m); dopo il ponte si svolta a sinistra e si sale affrontando il 1° tornante (1055m) ed il 2° tornante (1082m) all'inizio dell'abitato di Palleusieux (1088m).
Dopo il 3° tornante (1118m) si procede con pendenza impegnativa, si sottopassa la statale per Courmayeur facendo attenzione all'incrocio dove ci si può immettere sulla stessa e si supera il 4° tornante (1146m) sopra la galleria dell'autostrada; dopo il 5° tornante (1180m) si raggiunge il 6° tornante (1192m) in corrispondenza del quale sorge il monumento a J.Gueydoz.
Dopo la Chapelle Grange (1194m) si procede in moderata ascesa fino ad un incrocio (1229m) di fronte ad una cappella, dove si lascia a destra la strada per Verrand; si procede in leggera discesa e falsopiano entrando nel vasto agglomerato di Courmayeur.
All'inizio della via centrale che risulta zona pedonale si tiene a sinistra ad un incrocio (1227m) e si scende leggermente per poi risalire all'incrocio (1220m) all'altra estremità della zona pedonale; si procede senza difficoltà lungo il Viale Monte Bianco seguendo le indicazioni per la Val Veny fino all'incrocio (1232m) dove si lascia a destra la strada per la Val Ferret che termina a Pré de Bar (2062m), si svolta a sinistra e si scende per 50 metri per attraversare la Dora di Courmayeur sul Pont des Chevres (1228m).
Si sale ripidamente per 100 metri poi si procede alternando tratti relativamente facili a ripide rampe mentre di fronte troneggia il Monte Bianco; la salita diventa poi costantemente ripida e si affrontano il 1° tornante (1355m) ed il 2° tornante (1370m); ho ripreso la numerazione dei tornanti da 1 dopo Courmayeur per chiarezza.
Dopo il Santuario di Notre-Dame de la Guèrison (1440m) si supera un albergo-ristorante a Plan-Ponquet (1481m) e si procede in salita moderata per breve tratto fino ad un incrocio (1503m) dove si svolta a sinistra imboccando la strada asfaltata, ben segnalata e riservata agli utenti dei rifugi, che conduce al Pré de Pascal; si abbandona la strada a destra che termina all' Alpe de la Lex Blanche (2156m); questa strada è stretta e presenta dei fastidiosi canalini di scolo traversali per cui in discesa richiede bassa velocità e massima attenzione.
Il tracciato affronta subito due tornantini ravvicinati e si inerpica nel bosco presentando pendenze ripide per 1 chilometro, poi continua con pendenze moderate fino al 5° tornante (1660m) nei pressi del Rifugio Monte Bianco.
Davanti alla chiesa si piega a destra e si scende per pochi metri per attraversare su un ponticello il torrente, poi si tiene a sinistra e si sale moderatamente attraverso un grande prato; si entra nel bosco con pendenza progressivamente più dura.
Si incrocia una pista da sci che raggiunge la stazione di una seggiovia (1662m) che si lascia in basso a sinistra ed in salita impegnativa si raggiunge Peindein (1710m), dove si trova un ristorante; si affrontano il 6° tornante e subito dopo il 7° tornante (1721m).
Le pendenze diventano molto ripide e si procede faticosamente in mezzo ad una pista da sci; in località l'Ours si affrontano l'ottavo tornante (1774m) ed il 9° tornante (1808m); in durissima ascesa si arriva al punto (1855m) in cui si incrocia un'altra pista da sci (1855m); subito dopo si trovano 200 metri di buon sterrato nel bosco percorribile anche con una bicicletta da corsa (anche se in discesa ho preferito andare a piedi).
Si ritrova l'asfalto ed in ripida ascesa si arriva ad un tornante (1904m) in località Pré de Pascal dove si lascia a sinistra la breve diramazione a fondo naturale per il ristorante (1912m).
Dopo il tornante si trova una sbarra ed il tracciato a fondo naturale prosegue per raggiungere Courba Dzeleuna (2048m).Il panorama è fantastico perché di fronte si erge maestoso il Monte Bianco con il ghiacciaio della Brenva che discende in Val Veny.

(Itinerario percorso il 21/07/2015)



Panorama sulla Val Veny appena prima del Rifugio Monte Bianco

Il Monte Bianco ed il ghiacciaio della Brenva

Il Monte Bianco ed il Pré de Pascal


Per vedere il video clicca



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page