LAUCHERNALP, 2106m (Vallese)



Accesso da Steg 20,1 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Steg(632)-Goppenstein(1220)
7,6

588

7,74

Goppenstein(1220)-Ferden(1389)
3,1

169

5,45

Ferden(1389)-Kippel(1376)
1,3

-13

-1,00

Kippel(1376)-Wiler(1419)
0,9

43

4,78

Wiler(1419)-Fischbiel(1872)
4,5

453

10,07

Fischbiel(1872)-Lauchernalp funivia(1968)
1,2

96

8,00

Lauchernalp funivia(1968)-Lauchernalp Stafel(2106)

1,5

138

9,20




L'antico alpeggio, diventato una importante località turistica e sciistica grazie ad una massiccia edificazione di costruzioni, si trova sul versante settentrionale della Lotschental, importante vallata laterale della valle del Rodano, alle pendici orientali dell'Aletschhorn, ed è raggiunta da una strada asfaltata interdetta al traffico motorizzato non autorizzato.
La località di Lauchernalp si estende per circa 150 metri di dislivello dal Villaggio Alpino presso la stazione della funivia fino alla cappella ed alle abitazioni più alte a quota 2106m, dove termina la strada asfaltata.

Il percorso inizia a Steg (632m) nel fondovalle del Rodano, raggiungibile dalla strada principale che collega Sion e Briga mediante una breve diramazione che si distacca presso la stazione ferroviaria Gampel-Steg e supera con un ponte il tracciato della ferrovia ed il Rodano; Gampel (636m) e Steg sono due paesi vicinissimi separati soltanto dal letto del torrente che scende dalla Lotschental.
Da Steg si comincia a salire decisamente ma subito all'uscita del secondo tornante (692m) bisogna fare attenzione ad abbandonare la trafficata strada percorsa dai veicoli a motore per immettersi sulla vecchia strada riservata alle biciclette; infatti la strada principale presenta una lunga galleria ed è interdetta a ciclisti e pedoni.
Si imbocca dunque in sensibile salita la vecchia e solitaria strada, stretta ma molto ben tenuta, che si inoltra nella stretta gola con cui la Lotschental sbuca nella valle del Rodano.
Dopo una casa isolata si attraversa il torrente con un ponte (776m) e la pendenza diventa ripida mentre il tracciato si innalza rispetto al torrente che scorre nella profonda gola; la valle è boscosa ed al mattino interamente in ombra; si riattraversa il torrente (872m), si affrontano due tornanti ravvicinati a quota 903m e 927m, si continua in dura ascesa e con altri due tornanti ci si avvicina alla strada principale.
Si costeggia il muro esterno di una galleria paravalanghe e si sbuca con attenzione sull'ampia e frequentata strada in località Luogle (1024m); da Steg si sono percorsi 4,5 Km e bisogna percorrerne ancora 3,1 per arrivare a Goppenstein; si incontra subito un'altra galleria, che può essere evitata solo dai ciclisti in mountain-bike perché l'invitante stradina che passa all'esterno è solo inizialmente asfaltata; dopo le poche case di Mittal (1054m) si continua in forte salita affrontando alcune gallerie sempre ben illuminate; in alcune si può percorrere il marciapiede senza paura di infastidire gli inesistenti pedoni.
Dopo una galleria in ripida ascesa si raggiunge la località di Goppenstein (1220m), dove si trova l'imbocco meridionale del traforo ferroviario storico del Lotschberg, con frequentatissimo trasporto auto perché rappresenta la via diretta tra il Vallese e la regione di Berna; si passa tra le imponenti opere stradali di accesso alla stazione, si supera l'albergo-ristorante, si attraversa il torrente e si imbocca un'altra galleria.
Il traffico ora è molto ridotto e non infastidisce più il ciclista mentre la strada continua in sensibile ascesa incontrando ancora alcune gallerie; si passa alti presso Goltschried (1344m) sopra un piccolo bacino artificiale (1311m) e la salita si interrompe mentre la valle piega ad est con panorama sempre più ampio e grandioso.
Si raggiunge in piano Ferden (1389m), dove si incontra una fontana, e, dopo una galleria, si attraversa Kippel (1376m); con una rampetta si arriva a Wiler (1419m), dove si abbandona la strada di fondovalle per Blatten e Fafleralp per imboccare la strada che attraversa il paese; si passa davanti alla stazione di partenza della funivia del Lauchernalp e si percorre la stretta strada fra le case; 200 metri dopo la chiesa, appena prima di sbucare sulla circonvallazione, si svolta a sinistra imboccando una stretta strada segnalata dai cartelli per Lauchernalp e Fischbiel.
Dopo il 1° tornante la pendenza diventa molto ripida, si raggiunge la sbarra che impedisce il traffico motorizzato non autorizzato, mentre le biciclette possono circolare liberamente, si attraversa con un ponte il torrente e si entra nel bosco; si supera il 2° tornante, dove sorge una cappellina, e si continua nel bosco con strada stretta e pendenze sempre superiori al 10%.
Il panorama è grandioso ed accompagna la continua e faticosa ascesa; prima dell'ottavo tornante c'è un brevissimo tratto meno duro, ma dopo il tornante si continua in ripida ascesa e si raggiungono le prime baite di Fischbiel (1872m), dove si lascia a destra la diramazione per Weritzalp (2099m).
Si procede verso ovest e con l'unico tratto facile della salita si raggiunge il ponte sul torrente; si arriva alle prime case del Villaggio Alpino che sorge nella parte bassa della conca di Lauchernalp e si raggiunge il 9° tornante dove si lascia a sinistra una diramazione a fondo naturale per Hockenalp (2048m), da dove si può scendere lungo una stradina sterrata a Kippel; si passa presso la stazione di arrivo della funivia (1968m) e si continua in ripida ascesa tra le moderne costruzioni, numerose ma edificate in legno rispettando lo stile degli chalet di montagna.
Si affrontano altri due tornanti ed infine il 12° ed ultimo tornante immette nel ripidissimo tratto conclusivo; dopo aver superato il costone del dosso su cui sorge la cappella la stradina diventa quasi piana fino al termine dell'asfalto, dove sorge il cartello di Lauchernalp Stafel (2106m); una carreggiabile a fondo naturale sale a destra alla cappella ed ad un ristorante, un'altra a sinistra raggiunge le ultime baite.
Il panorama migliore si gode 150 metri prima dell'arrivo ai piedi del dosso su cui sorge la cappella ed è fantastico: alla testata della valle ad est domina l'Aletschhorn (4195m), da cui scende il Lang Gletscher, sull'altro lato della valle svetta vicino il Bietschhorn (3934m); verso sud, oltre la valle del Rodano, si scorge il Weisshorn (4506m).

(Itinerario percorso il 15/07/2007)



Il cartello di Lauchernalp Stafel al termine della strada asfaltata

L'Aletschhorn ed il ghiacciaio alla testata della Lotschental

Il vicino Bietschhorn sul versante sud della Lotschental

Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page