VALLTER 2000, 2160m (Gerona)



Accesso da Camprodon 22 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Camprodon(931)-Setcasas(1279)
11,0

329

2,99

Setcasas(1279)-Vallter2000(2160)
11,0

881

8,01




La località turistica catalana risulta raggiungibile mediante un'impegnativa strada asfaltata ed è stata anche prescelta come arrivo di tappa nel Giro della Catalogna.
La quota 2160 metri si riferisce al più alto parcheggio degli impianti sciistici mentre la maggior parte degli edifici della località si trova a quota appena inferiore ai 2000 metri.

Alla rotonda (931m) all'inizio di Camprodon (950m) si lascia a destra la strada che conduce in Francia attraverso il Col d'Ares (1513m) e si imbocca la strada che percorre un ponte ed una breve galleria per evitare il paese; se si vuole evitare la galleria si deve imboccare la strada in mezzo (Carretera de Sant Joan de les Abadesses) che entra rettilinea nel centro abitato dove si percorrono le strette vie a senso unico fino a sbucare sul tracciato principale ad una rotonda (949m) a monte del centro storico.
Il tracciato segue l'alta valle del Ter raggiungendo Llanars; all'inizio del centro abitato si tiene a sinistra lungo la strada principale ad un incrocio (980m) e si passa subito dopo in curva presso la chiesa di Santo Stefano (984m); dopo il paese si prosegue con moderata pendenza e si arriva a Vilallonga de Ter (1055m).
Si continua percorrendo la strada GIV-5264 ed arrivando ad un incrocio (1106m) in località Can Serrat Nou dove si lascia a sinistra la strada GIV-5265 che attraversa il Ter sul Pont de Tregurà e sale a Tregurà de Baix (1338m) e Tregurà de Dalt (1403m).
Il tracciato si snoda tra i boschi in continua e moderata ascesa, supera les Doirèes (1150m) ed una diramazione (1168m) che conduce a sinistra oltre il fiume alla località di el Cattlar; dopo les Malloredes (1217m), il Clos del Bac ed il Cal Petit si attraversa il fiume e si arriva alla rotonda (1252m) all'inizio del centro abitato di Setcasas (1279m).
Si lascia sulla sinistra la strada che entra tra le caratteristiche case in pietra del centro storico e si imbocca la strada principale che costeggia il fiume al margine del paese, incontra il Pont d'en Xecò (1268m) ed al termine del centro abitato riattraversa il fiume Tet sul Pont Nou (1299m).
Il tracciato diventa più stretto e le pendenze più impegnative; dopo il Pont de la Farga (1370m) si passa presso la Farga (1376m) ed ad un incrocio (1461m) si lascia a destra una strada inizialmente asfaltata per Espinavell ed in seguito sterrata per la Collada Fonda (1912m).
Si entra nella riserva nazionale di Freser e Setcasas ed in località Pla de la Molina si affronta il 1° tornante (1588m), in corrispondenza del quale si lascia a sinistra una stradina sterrata; si guadagna quota con dure pendenze affrontando nel bosco il 2° tornante (1657m) in località Pla d'en Guller, il 3° tornante (1713m), il 4° tornante (1762m) e dopo un lungo traversone si passa presso il Collet de la Xoriguera (1872m) che si trova pochi metri a sinistra del tracciato.
Si superano Pla d'en Pere (1887m), Pla de l'Horta (1952m) e Pla dals Hospitalets (1971m) e si arriva ai primi edifici della parte bassa della stazione di Vallter ed al grande parcheggio di Jaça de las Eugues (1999m) prima di una serie di regolari e ravvicinati tornanti.
Si affrontano il 5° tornante (2012m), il 6° tornante (2025m), il 7° tornante, l'ottavo tornante (2052m), il 9° tornante (2063m), il 10° tornante (2073m), l'undicesimo tornante (2080m), il 12° tornante (2092m) e si passa (2102m) poco sopra una riserva d'acqua (2098m).
Con il 13° tornante (2136m) ed il 14° ed ultimo tornante si sbuca nell'ampio parcheggio alla sommità del quale sorgono gli edifici più elevati della stazione (2160m) presso la partenza degli impianti di risalita.



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page