MASO CORTO VAL SENALES, 2011m (Bolzano)



Accesso da Naturno 24,8 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Naturno(554)-Compaccio(540)
0,8

-14

-1,75

Compaccio(540)-Rattisio Vecchio(844)

4,3

304

7,07

Rattisio Vecchio(844)-Rattisio Nuovo(957)

1,9

113

5,95

Rattisio Nuovo(957)-Madonna di Senales(1508) 

8,0

551

6,89

Madonna di Senales(1508)-Vernago(1700) 

2,0

192

9,60

Vernago(1700)-Marcheggtal(1780)

3,4

80

2,35

Marcheggtal(1780)-Cortiserrade(1788)

1,0

8

0,80

Cortiserrade(1788)-Maso Corto(2011)

3,4

223

6,56




La località turistica situata alla testata della Val Senales, base della funivia di accesso al ghiacciaio del Similaun, sul confine con l'Austria,è raggiungibile dal fondovalle della Val Venosta, dove scorre l'Adige, mediante una buona strada asfaltata dalle pendenze molto irregolari: infatti presenta alcuni tratti veramente molto ripidi alternati a pezzi di salita pedalabile e qualche falsopiano nella parte alta.

Da Naturno/Naturns (554m) si segue la strada di fondovalle della Val Venosta superando il piccolo abitato di Campaccio (540m); presso una centrale idroelettrica si svolta a destra per imboccare la stretta gola con cui termina la Val Senales; la ripida strada presenta subito una moderna galleria lunga 1160 metri ben illuminata; il vecchio tracciato che si snoda nella gola è sbarrato e vietato anche a pedoni e ciclisti per il pericolo di caduta massi.
Dopo 2,3 Km di dura ascesa la pendenza diminuisce un poco e si procede con minore fatica incontrando un'altra galleria di 300 metri; anche in questo caso il vecchio tracciato esterno, pur inizialmente invitante, risulta poi sbarrato; dopo un ponte la salita ridiventa più dura mentre la valle si allarga un poco e cominciano ad apparire alcune costruzioni; si superano le poche case di Rattisio Vecchio/Altrateis (844m) e la frazione Rattisio Nuovo/Neurateis (957m), composta da un albergo lungo la strada ed alcune case oltre il torrente.
La valle si restringe nuovamente e la strada percorre una breve galleria in forte salita seguita da un tratto leggermente meno duro; si arriva all'incrocio dove si lascia a destra la diramazione per Monte Santa Caterina (1245m), villaggio arroccato in posizione spettacolare, e si affronta il tratto di salita più duro con pendenza dell'11%; si lascia a destra la diramazione per la Val di Fosse, asfaltata fino a Casera di Fuori/Vorderkaser (1693m) , e si percorre una stretta gola boscosa.
La salita dura si interrompe presso le case sparse vicine all'incrocio dove si lascia a sinistra la diramazione per Certosa/Karthaus (1327m); si procede con pendenza moderata costeggiando il torrente in ambiente ameno, poi la salita ridiventa molto impegnativa e si percorre una breve galleria in curva ma illuminata che immette nella conca dove sorge il paese di Madonna di Senales/Unserfrau in Schnals (1508m), che deriva il nome dal Santuario di Nostra Signora di Senales; il paese è diviso in 3 nuclei, uno in basso sulla sinistra, uno centrale più piccolo sempre sulla sinistra intorno al bellissimo santuario originario del 1304 (fontana sul sagrato), raggiungibile con una diramazione di 400 metri, ed uno moderno più in alto lungo la strada.
Si sale con 6 impegnativi tornanti tra i prati alla diga che genera il Lago di Vernago/Vernagt Stausee (1689m), sulla cui sponda sorge il paese di Vernago/Vernagt (1700m); subito dopo la diga sulla destra si trova una fontana mentre a sinistra presso la cappella c'è un belvedere con panchine e tutto intorno alcuni alberghi e ristoranti.
Dopo aver costeggiato il bacino su strada quasi pianeggiante si sale fortemente per 800 metri fino in località Marcheggtal (1780m) dove si inizia una dolce discesa in un'ampia conca di pascoli; dopo un falsopiano si attraversa il torrente e presso un albergo in località Cortiserrade/Gertsgras (1788m) si affronta una ripida rampa.
Si continua alternando ripide rampe e tratti pedalabili tra ampie praterie ed alcuni boschetti, si superano le costruzioni rurali di Masi del Covolo/Koflerhofe (1938m) ed infine con l'ultima rampa si raggiunge il cartello di inizio di Maso Corto/Kurzras, dopo il quale si procede in falsopiano fra i parcheggi fino ad una sbarra; dopo la sbarra si trovano a sinistra la cappella e gli alberghi ed a destra la funivia; la strada asfaltata termina presso l'ultimo albergo ed alcuni impianti sportivi.
Maso Corto si trova in splendida posizione alla testata della valle ai piedi della Palla Bianca/Weisskugl (3739m); lo sviluppo turistico ha trasformato l'antico paesino di pastori in una località di notevole richiamo per gli sciatori: infatti la funivia per la Croda Grigia (3202m) consente l'accesso ai campi di sci sul ghiacciaio anche nella stagione estiva.

(Itinerario percorso il 24/07/2009)



Panorama da Maso Corto verso la Palla Bianca coperta però dalle nubi

Il cartello di arrivo a Maso Corto

Ultimo tratto di salita visto da Maso Corto

Il lago di Vernago

Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page