COL DES GENTIANES, 2894m (Vallese)



Accesso da Sembrancher 31,2 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Sembrancher(714)-Villette le Chable(820)
A
5,2

106

2,04

Villette le Chable(820)-1° tornante(907)
A

1,3

87

6,69

1° tornante(907)-3° tornante(1019)
A

1,4

112

8,00

3° tornante(1019)-5° tornante(1105)
A

1,1

86

7,82

5° tornante(1105)-Medières(1275)
A

2,2

170

7,73

Medières(1275)-Verbier Village(1398)
A

1,5

123

8,20

Verbier Village(1398)-Verbier Station(1490) 
A

1,2

92

7,67

Verbier Station(1490)-les Creux(1590)
A

1,1

100

9,09

les Creux(1590)-Pro Bordxey(1756)
A

1,9

166

8,74

Pro Bordxey(1756)-17° tornante(1947)
N A

2,5

191

7,64

17° tornante(1947)-Les Ruinettes(2192)
N A

2,5

245

9,80

Les Ruinettes(2192)-incrocio Les Chaux(2245)
N A

2,0

53

2,65

incrocio Les Chaux(2245)-incrocio basso(2218)
N A

0,5

-27

-5,40

incrocio basso(2218)-20° tornante(2392)
N A

1,8

174

9,67

20° tornante(2392)-incrocio Cabane Mont Fort(2464)
N A

0,7

72

10,29

incrocio Cabane Mont Fort(2464)-Col des Gentianes(2894)
N A

4,3

430

10,00




Il valico, aperto tra il Mont Gelè (3029m) a nord ed il Mont Fort (3328m) a sud, si trova sul crinale tra la Vallèe de Bagnes ad ovest e la Val de Nendaz ad est, entrambe laterali della valle del Rodano, e risulta accessibile mediante una stradina non asfaltata solo dal versante occidentale perché sull'opposto versante si trova il ghiacciaio di Tortin nella Val de Nendaz.
Il tracciato risulta interamente ciclabile con un fondo ottimo nella prima parte sterrata fino a Les Chaux e discreto nel tratto finale sapientemente disegnato in mezzo alle pietraie; i panorami sono grandiosi su tutto il percorso ed in particolare al passo vicinissimo al ghiacciaio di Tortin.
Il passo è raggiunto da due funivie da Les Chaux e Tortin ed è il punto di partenza della funivia che conduce al Mont Fort; vi si trova un ristorante aperto in inverno per gli sciatori; a parte un sentiero pedonale l'unico collegamento con Tortin risulta la funivia che è abilitata al trasporto delle biciclette; gli impianti in estate sono aperti nel fine settimana.

Il percorso inizia presso Sembrancher (720m) dove ad un incrocio (714m) si lascia la strada del Colle del Gran San Bernardo e si imbocca il percorso che risale la Vallèe de Bagnes: il tracciato sale sensibilmente in mezzo ai prati lasciando sulla sinistra il villaggio di Etiez fino ad un restringimento della valle dove scende brevemente ma decisamente; in falsopiano e leggera salita si raggiunge Villette-le Chable.
Il paese è composto dal nucleo di Villette a nord del torrente e dal nucleo di le Chable a sud lungo la strada per l'alta valle; ad un incrocio (820m) a Villette prima del ponte si lascia a destra la strada per le Chable e l'alta valle e si prosegue diritti fino ad una vicina rotonda dove si svolta a sinistra sempre seguendo le indicazioni per Verbier.
Dopo 250 metri di salita moderata la pendenza diventa dura durante l'attraversamento di Cotterg (866m); si affronta il primo tornante (907m) e dopo le ultime costruzioni si entra nel bosco sempre in costante dura ascesa; si superano il secondo tornante (975m), il terzo tornante (1019m), il quarto tornante (1050m) presso il piccolo borgo di Fontenelle , il quinto tornante (1105m), il sesto tornante (1172m) ed il settimo tornante (1214m) mentre il panorama diventa sempre più ampio.
Dopo l'ottavo tornante si tocca la località Medières (1275m) e dopo il nono tornante si incontra il cartello “Verbier”; la rinomata ed estesa località turistica è formata da due nuclei: Verbier Village (1398m) è il paesino storico dove ora le poche baite antiche sono circondate da edifici moderni mentre Verbier Station (1490m) è la parte completamente nuova e moderna con una grande capacità ricettiva.
In corrispondenza del 12° tornante si trova la piccola chiesa antica di Verbier Village dietro alla quale si trova una bellissima fontana, dove è opportuno fare rifornimento di acqua per evitare di rimanere senza nel lunghissimo tratto finale.
Dopo essere passati davanti alla chiesa nuova di Verbier Village si affronta il 13° tornante e con ripida pendenza si entra in Verbier Station; nel centro ci sono due strade paralelle a senso unico; si arriva alla piazza centrale dove si imbocca la strada in fondo a sinistra che praticamente effettua il 14° tornante e sale duramente.
Dopo aver superato la moderna chiesa di Verbier Station con il suo alto campanile si arriva al 15° tornante con rotonda in località Les Creux (1590m); subito dopo ad un incrocio si deve seguire la strada principale a sinistra per continuare la dura ascesa tra le villette; tra i prati in località Les Esserts (1677m) si ignora la diramazione a sinistra per La Marlenaz.
Si continua con un tratto panoramico nei prati dove si incontra un tabellone esplicativo dei monti circostanti per poi entrare nel bosco e raggiungere un incrocio (1756m) presso un ristorante in località Pro Bordxey; si lascia a sinistra la strada per il Col de la Croix de Coeur (2174m) che effettua un tornante a sinistra e si imbocca di fronte la strada che costeggia senza difficoltà il campo da golf seguendo le indicazioni per Les Ruinettes.
Dopo 450 metri, al termine del campo di golf, il fondo asfaltato cessa e si incontra un ottimo sterrato con il quale si entra nel bosco in forte salita; l'unica preoccupazione è rappresentata dai numerosi canalini di scolo trasversali realizzati con assi di legno ai quali occorre prestare attenzione soprattutto in discesa; il tracciato è aperto al traffico motorizzato che però risulta scarso.
Nel bosco si effettua un tornante sinistrorso ignorando la strada a fondo chiuso che procede diritta e poco dopo si esce dal bosco in località Plan du Loup (1897) dove si trova un ristorante; si procede tra i prati effettuando il 17° tornante (1947m) e si inizia un lunghissimo e panoramico traversone passando ai piedi di Les Ruinettes fino a portarsi sul lato occidentale dove si effettua il 18° tornante (2149m); con altri 350 metri si arriva a Les Ruinettes (2192m) dove si incontra il 19° tornante.
Les Ruinettes è un punto di arrivo e partenza di numerosi impianti di risalita: vi arriva la cabinovia che sale da Verbier e vi partono la funivia per Les Attelas (2733m) e la seggiovia per les Grand Creux (2473m); vi si trova un bar; dalla località inizia una pista permanente di downhill per mountain-bike che scende fino a Villette le Chable; per percorrerla occorre l'attrezzatura apposita da discesisti.
Dopo Les Ruinettes il tracciato prosegue facilmente in costa ancora con ottimo fondo e straordinario panorama sul Grand Combin (4314m), il Petit Combin (3663m), il Mont Rogneux (3084m) e le altre montagne che separano la Vallèe de Bagnes dalla Valle del Gran San Bernardo e sulle cime della parte settentrionale del massiccio del Monte Bianco, dal Mont Dolent (3820m), punto di incontro dei confini tra Italia, Francia e Svizzera, all'Aiguille d'Argentière (3901m).
In questo tratto si incontrano lungo il percorso alcune sculture, caratteristiche e simpatiche, anche se non proprio dei capolavori d'arte.
Si aggira il costone che scende dal Mont Gelé (3023m), si passa dalla conca di Verbier alla valle che conduce al passo e si scende leggermente per arrivare a Les Chaux.
Qui ci sono due possibilità: si arriva ad un bivio (2245m) dove si dovrebbe seguire la strada a destra che scende moderatamente per 250 metri all'alpeggio di Les Chaux dove bisogna superare due corde che fanno da barriere per le mucche; dopo altri 250 metri di ripida discesa al successivo incrocio (2218m) si imbocca la strada a sinistra che sale con pendenza impegnativa aggirando il dosso dove si trova la partenza della funivia ed imboccando la valletta ad est di questa.
Se invece all'incrocio si svolta a sinistra si sale in breve al parcheggio di Les Chaux (2266m) tra un ristorante, la stazione di una seggiovia e la stazione della funivia che conduce al Col des Gentianes; dopo aver attraversato il parcheggio si imbocca il sentierino in gran parte ciclabile per tutti ed interamente ciclabile per chi è molto abile tecnicamente che seguendo le indicazioni per la Cabane du Mont Fort conduce in breve tra i prati a raggiungere la strada senza perdere quota; le indicazioni chilometriche presentate sono relative al tracciato stradale.
Si procede con pendenze molto impegnative ma mai tremende e fondo discreto e sempre ciclabile e si aggira un costone in un punto dove si trovano molti cartelli segnaletici di passeggiate a piedi presso una baita, poi si effettua un lungo traversone incrociando il tracciato della funivia fino al 20° tornante, il primo del tratto finale.
Dopo altri due tornanti si arriva ad un incrocio (2464m) dove si lascia a sinistra la stradina che conduce alla Cabane du Mont Fort (2457m), costruita su un dosso, e si ignora la carreggiabile a destra che finisce nel nulla su una pista da sci.
Poco dopo si affronta il 23° tornante e si inizia un lungo traversone con buon fondo che incrocia nuovamente il tracciato della funivia e conduce dal lato settentrionale del vallone al suo centro dove si affronta il ripido e difficile 24° tornante che è il primo di una serie di tornanti ravvicinati disegnati con sapienza in mezzo alle pietraie; il fondo è sempre discreto ma bisogna fare attenzione ai canalini di scolo scavati nella terra: alcuni sono facili ma altri difficoltosi e potenzialmente pericolosi.
Si arriva al 32° tornante (2706m) sotto un laghetto ed ai piedi del piccolo Glacier de la Chaux e del Bec des Rosses (3223m) e poco dopo si raggiunge un incrocio dove conviene tenere a sinistra perchè il tracciato risulta meno ripido e più ciclabile.
Dopo due tornanti si affronta il tratto conclusivo che risulta un po' esposto anche se la larghezza del tracciato consente di pedalare in sicurezza con la dovuta attenzione; si affronta il 35° tornante destrorso e dopo il 36° tornante una rampa molto ripida ma breve fino al 37° tornante; si superano altri tre tornanti ravvicinati e dopo il 41° tornante si percorre un tratto alla base della stazione della funivia e poi alla base del colle.
Con il 42° ed ultimo tornante ci si immette sulla sella di valico e si scende leggermente proseguendo in falsopiano per 160 metri sul crinale fino al piazzale dove sorge il ristorante tra le 3 stazioni delle funivie.
Il panorama sul vicinissimo ghiacciaio di Tortin, dominato dal Mont Fort (3328m) ed ad est dal Bec des Etagnes (3207m) è entusiasmante; sul versante occidentale si osservano il tracciato di salita con i suoi tornanti ed in lontananza le cime del settore settentrionale del Monte Bianco.

(Itinerario percorso il 28/08/2015)



Panorama su Verbier, la Croix de Couer e la strada di accesso dalle Ruinettes

La strada che sale da Verbier a Les Ruinettes con Grand e Petit Combin sullo sfondo

Panorama su Vallèe de Bagnes, Grand e Petit Combin tra les Ruinettes e les Chaux

Les Chaux, la Cabane du Mont Fort e la strada

Il passo, la stazione della funivia e l'ultimo tratto di salita visti da quota 2706

Il tratto conclusivo visto dal passo

Le stazioni delle funivie ed il ristorante sul lato settentrionale del passo

Il lato meridionale del passo, il piccolo ghiacciaio di Les Chaux ed il Bec des Rosses

Il Mont Fort ed il ghiacciaio di Tortin ad est del passo

In cima al passo davanti al ghiacciaio

La parte bassa del ghiacciaio di Tortin e le montagne della valle del Rodano


Per vedere il video del passo e del panorama clicca



Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page