KREUZUNG, 2365m (Vallese)



Accesso da Lax 17,1 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Lax(1043)-Ritena(1234)
N A

2,0

191

9,55

Ritena(1234)-4° tornante(1448)
N A

1,9

214

11,26

4° tornante(1448)-8° tornante(1767)
N A

3,0

319

10,63

8° tornante(1767)-11° tornante(1988)
N A

2,0

221

11,05

11° tornante(1988)-incrocio Bettmeralp(2205)
N A

2,1

217

10,33

incrocio Bettmeralp(2205)-Fiescheralp(2212)
N A

0,8

7

0,87

Fiescheralp(2212)-incrocio piste (2180)
N A

1,1

-32

-2,91

incrocio piste (2180)-Salzgab(2278)
N A

1,0

98

9,80

Salzgab(2278)-Obers Talli(2329)
N A

0,6

51

8,50

Obers Talli(2329)-imbocco tunnel(2335)
N A

0,6

6

1,00

imbocco tunnel(2335)-fine tunnel(2347)
N A

1,0

12

1,20

fine tunnel(2347)-Marjelensee(2360)
N A

0,4

13

3,25

Marjelensee(2360)-Kreuzung(2365)
N A

0,6

5

0,83




Il valico è situato sullo spartiacque tra la valle dell'Aletsch e la Fieschertal, due valli laterali della valle del Rodano nell'alto Vallese, ed è raggiunto da una stradina a fondo naturale.
La particolarità è che il tracciato di accesso non arriva da nessuna delle due valli, troppo impervie, ma dalla stessa valle del Rodano mediante una galleria lunga 1020 metri che raggiunge il Marjelensee, laghetto artificiale nella conca occidentale del valico dal quale si può accedere a piedi al ghiacciaio dell'Aletschorn.
Il tracciato può essere diviso in due parti: dapprima si affronta la lunga salita, con pendenze molto dure ma costanti, che conduce dal fondovalle a Fiescheralp, antico alpeggio su un balcone del versante settentrionale della valle del Rodano divenuto località turistca e centro di sport invernali con la caratteristica di essere esente dal traffico motorizzato perché accessibile solamente in funivia, a piedi o in mountain-bike.
Dopo Fiescheralp si continua a saliscendi con tratti anche molto duri fino ad imboccare il tunnel che conduce nella conca del laghetto e si conclude senza difficoltà altimetriche.
Molti ciclisti salgono con la funivia e percorrono solo i tracciati di alta quota evitando la lunga e dura salita dal fondovalle.

Da Lax (1043m), stazione turistica lungo la strada di fondovalle che da Briga risale l'alta valle del Rodano, si imbocca di fronte alla via della stazione una strada asfaltata seguendo le indicazioni per Ritina e Brunnen; il tracciato attraversa in forte salita la parte alta dell'abitato affrontando tra i prati il 1° tornante, poi ad un incrocio (1113m) ignora la strada a destra per Brunnen ed entra nel bosco con pendenze ancora più dure.
Si affronta il 2° tornante tra le baite di Ritena (alcuni cartelli riportano il toponimo Ritena, altri Ritina, ma riguardano la stessa località); alla fine delle case si trova un piazzaletto (1234m) dove si procede diritti ignorando le diramazioni a destra ed a sinistra; poco dopo si incontra la sbarra che impedisce il transito dei veicoli motorizzati non autorizzati.
Dopo 550 metri si incontra l'inizio del tratto a fondo naturale anche se si incontrano ancora alcuni tratti asfaltati; in particolare tutti i tornanti fino all'undicesimo risultano ben asfaltati; dopo il 3° tornante (1339m) si incontra un'alternanza di ottimo sterrato e asfalto nei punti più ripidi.
Nel fitto bosco si affrontano con ottima ombreggiatura il 4° tornante (1448m), il 5° tornante (1507m), il 6° tornante (1604m) ed il 7° tornante (1666m); dopo il canalone del torrente Deischbach si oltrepassa una baita isolata e si supera l'ottavo tornante (1767m); dopo aver riattraversato il canalone si percorre l'ampia radura in cui si trova la baita di Meiggera e si affronta il 9° tornante (1868m) prima di uscire dal bosco in mezzo ad ampi pascoli.
Dopo il 10° tornante si supera l'undicesimo tornante (1988m) e si transita (2022m) sopra l'alpeggio di Laxerstafel con il suo minuscolo laghetto.
Dopo il 12° tornante (2048m) sterrato ed il 13° tornante si ignora la diramazione a destra che termina ad un alpeggio e si effettua l'ampio 14° tornante; si raggiunge il tracciato proveniente da Riederalp e Bettmeralp ad un incrocio (2205m) e si procede senza difficoltà su asfalto fino a Fiescheralp; al termine della località, che si trova in un'ampia conca ai piedi dell'Eggishorn (2869m), si raggiunge con una breve discesa la stazione di arrivo (2212m) della funivia che sale da Fiesch (1082m), paese situato nel fondovalle a 2 Km da Lax, e di partenza della funivia che raggiunge la montagna dell'Eggishorn; davanti alla funivia si trova una bella fontanella di acqua freschissima.
Dopo pochi metri di discesa ad un incrocio termina l'asfalto e si imbocca la strada a fondo naturale a sinistra che procede a saliscendi ed oltrepassa un incrocio di piste (2180m); fra le due piste che si dirigono inizialmente quasi parallele verso est si deve imboccare quella a sinistra più a monte che sale con una breve rampa ripida e sconnessa.
Dopo un tratto facile si sale ripidamente con un buon fondo alla baita di Salzgab (2278m); dopo due tornanti ravvicinati si supera un punto molto panoramico e si percorre un valico (2329m) tra le rocce per entrare nello scosceso vallone dell'Obers Talli dove si trovano ruderi di baite; dopo una breve discesa si risale moderatamente fino all'imbocco (2335m) del Talligrattunnel.
Il tunnel, che taglia la costiera del Talligrat, è lungo 1020 metri, piuttosto freddo, ben illuminato, anche se è consigliabile essere dotati di uno strumento di illuminazione, ed è percorso anche da molti escursionisti a piedi e da molti ciclisti; il percorso è pianeggiante ma il fondo è fangoso per la presenza di molte pozzanghere; in alcuni punti piove dalla volta ma comunque è perfettamente ciclabile con velocità molto contenuta e massima attenzione; a metà della galleria si trova una cavità dove è posizionata una suggestiva statua di Santa Maria di Lourdes.
Alla fine del tunnel (2347m) si percorre un breve tratto facile, si effettua un tornante (2357m), si oltrepassa il rifugio Gletscherstube e si arriva ad un bivio: a destra una facile sterrata raggiunge la diga che genera il Marjelensee (2360m); dall'incrocio alla fine della diga ci sono 200 metri.
A sinistra invece una carreggiabile percorre quasi in piano la sponda settentrionale del lago con fondo sconnesso e sassoso ma sempre ciclabile; si devono guadare alcuni ruscelletti che si gettano nel lago; al termine del lago si scende brevemente a guadare un ruscelletto più consistente e con una brevissima ripida rampa si arriva alla sommità del passo dove sorge il palo con il cartello Kreuzung e numerose indicazioni per gli itinerari a piedi.
Dal tornante vicino all'uscita del tunnel è possibile procedere a piedi fino a raggiungere l'Aletschgletscher.

(Itinerario percorso in data 8 luglio 2018)
.



Fiescheralp e la strada di accesso visti dal Furgge sull'altro lato della valle

Panorama sulle montagne vallesane dal punto panoramico prima dell'Obers Talli

Panorama dall'Obers Talli sull'imbocco della galleria e sul ghiacciaio di Fiesch

Panorama dal passo sul Marjelensee e la valle dell'Aletsch

Panorama dal passo verso la valle di Fiesch

Panorama dalla diga verso il lago ed il passo

Panorama dalla diga verso la valle dell'Aletsch


Per vedere il video del passo e del panorama clicca



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page