LAGO BIANCO, 2617m (Savoia)



Accesso da Susa/ Giaglione 30,5 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Susa(503)-Giaglione(771)
A
4,2

268

6,38

Giaglione(771)-Molaretto(1169) 
A

5,8

398

6,86

Molaretto(1169)-Bar Cenisio(1483) 
A
4,0

314

7,85

Bar Cenisio(1483)-la Gran Croce(1876)
A

6,5

393

6,05

la Gran Croce(1876)-Colle del Varisello(2020)
N A

2,5

144

5,76

Colle del Varisello(2020)-Lago Bianco(2617)  
N A

7,5

597

7,96



			


			




Accesso da Susa/ Novalesa 38,2 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Susa(503)-Novalesa(828)
A
7,5

325

4,33

Novalesa(828)-ponte(1005) 
A

2,7

177

8,79

ponte(1005)-Moncenisio(1461)
A
4,3

456

10,60

Moncenisio(1461)-Bar Cenisio(1483) 
A
7,0

22

0,31

Bar Cenisio(1483)-la Gran Croce(1876)

A

6,5

393

6,05

la Gran Croce(1876)-Colle del Varisello(2020)
N A

2,5

144

5,76

Colle del Varisello(2020)-Lago Bianco(2617)  
N A

7,5

597

7,96




Il Lago Bianco si trova tra le montagne che circondano la conca del Moncenisio, esattamente tra il Monte Malamot (2914m) ed il Monte Giusalet (3313m); fino alla seconda guerra mondiale si trovava in territorio italiano, ma il trattato di pace ha imposto l'arretramento del confine ed oggi risulta interamente in territorio francese.

Vi si accede seguendo la strada statale del Moncenisio fino alla località la Gran Croce (1876m), all' inizio del pianoro del Moncenisio; qui si imbocca la stradina non asfaltata che sale al Colle del Varisello (2020m) e da qui con innumerevoli tornanti risale il crinale per raggiungere il Monte Malamot (2914m).
All'unico bivio che si incontra, presso i tralicci dell'elettrodotto, poco prima della pietra del Km 6,5 e di alcune caserme in rovina alla base del torrione sommitale del Monte Malamot, si imbocca la stradina a sinistra che procede brevemente in piano con buon fondo.
Si affronta poi una ripida rampa con fondo sconnesso in mezzo ad una zona di pietraie; si continua a salire con minore pendenza fino ad aggirare un roccione e si scende con due ripidi e sconnessi tornanti arrivando presso un primo minuscolo laghetto.
Si continua in falsopiano e leggera discesa alternando fondo buono e sconnesso fino a raggiungere l'estremità settentrionale del Lago Bianco, specchio d'acqua limpida situato in una splendida conca tra i monti ai piedi delle pareti strapiombanti e ghiacciate del Monte Giusalet (3313m) e del Monte Bard (3168m).

(Itinerario percorso il 11/09/1999)



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page