TANATZHOHI, 2141m (Grigioni)



Accesso da Splugen 8,8 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Splugen(1457)-5° tornante(1607)
A
1,9

150

7,89

5° tornante(1607)-Marmorbrucke(1695)
A
1,6

88

5,50

Marmorbrucke(1695)-Isabruggli(1767)
A
1,1

72

6,55

Isabruggli(1767)-tornante(1900)
N A

1,8

133

7,39

tornante(1900)-Lattastafel(2018)
N A

1,1

118

10,73

Lattastafel(2018)-Tanatzhohi(2141)
N A

1,3

123

9,46




La cima erbosa al centro del comprensorio sciistico di Splugen si trova ai piedi del Pizzo Tambò (3275m) ed è raggiunta da una stradina a fondo naturale che si distacca dal tracciato che percorre il versante svizzero del Passo dello Spluga (2118m).
Vi arriva da Splugen anche una cabinovia ed in inverno la zona presenta campi da sci ed impianti di risalita mentre in estate risulta molto solitaria.

Da Splugen (1457m) si attraversa il fiume e si sottopassa l'autostrada in falsopiano, poi si comincia a salire con pendenza molto impegnativa e tracciato rettilineo fino ad una curva a destra (1492m) dopo la quale si attraversa il torrente Huscherenbach e si affrontano 5 ripidi tornanti dapprima tra i prati e poi nel fitto bosco sotto il tracciato della funivia con bella vista della conca di Splugen; dopo il 1° tornante (1519m) si affrontano regolarmente distanziati i duri 2°, 3° e 4° tornante.
Dopo il 5° tornante (1607m) si percorre ancora un tratto nella conca di Splugen prima di imboccare la valle che conduce al passo con un breve falsopiano seguito da salita moderata nel bosco che diventa sempre più rado; si riattraversa il torrente al Marmorbrucke (1695m) e l'ascesa ridiventa impegnativa; si riattraversa ancora il torrente all'Isabruggli (1767m).
100 metri dopo il ponte si svolta a destra e con una breve e ripida rampa solo inizialmente asfaltata si arriva ad un incrocio (1783m) tra una casa a destra e la stazione della seggiovia Bodmenstafel (1787m) a sinistra.
Si prosegue con buon fondo naturale e pendenza inizialmente moderata passando di fronte agli edifici dell'Alp Danatz; il tracciato diventa più impegnativo come pendenze e fondo attraverso una zona di pascoli; quando si entra nel bosco si incontra un fondo con un vecchio asfalto malridotto che agevola comunque la pedalata.
Dopo un lungo traversone verso nord ai arriva ad un panoramico tornante (1900m) sotto il tracciato della cabinovia e presso uno dei suoi piloni.
Si supera un cancelletto e si procede con ripida pendenza e fondo formato da due strisce cementate ai lati con fondo in terra in mezzo; più avanti si ritrova il vecchio asfalto, dissestato e pieno di buche ma assoggettato ad una semplice ma regolare manutenzione.
Si ritorna verso sud con panorama sul Passo dello Spluga e pendenza ripida prima del breve falsopiano che conduce ai casolari della Lattastafel; si costeggia l'edificio più ad est ed al suo termine (2018m) si ignora una poco invitante carreggiabile a sinistra.
Il tracciato cambia aspetto e diventa molto ripido e sassoso con problemi di ciclabilità fino al vicino tornante ma poi prosegue pedalabile senza problemi nella conca sopra l'alpeggio; per la prima volta compare il ristorante costruito sulla cima.
Si procede tra i pascoli della Tanatz-alp con salita dura ma ciclabile senza difficoltà tranne che in un paio di rampe molto ripide ed un po' dissestate; dopo una curva a sinistra si lascia a destra (2065m) una carreggiabile.
Si incrocia il tracciato della cabinovia e subito dopo si ignora la carreggiabile a destra che raggiunge un piccolo laghetto (2105m); poco dopo si lascia a destra una stradina sterrata che scende alla Tamboalp (2033m) nella valle del torrente Tambobach ad ovest della cima.
Si aggira ad ovest la cima e si raggiunge la spianata sommitale dove sorgono la stazione di arrivo della cabinovia ed un ristorante aperto solo nella stagione invernale.
Pedalando sul prato senza difficoltà si arriva alla stazione di una sciovia posta proprio sulla cima erbosa sulla quale è affisso il cartello con la quota.
Si gode un ampio panorama sul Pizzo Tambò (3275m) che domina il punto di arrivo, sulla costiera tra il Suretta (3027m) ed il Mittaghorn (2561m) sul lato orientale della valle dello Spluga e sulle montagne a nord della valle del Reno che dominano la conca di Splugen.

(Itinerario percorso il 06/07/2019)



Il Pizzo Tambò domina il punto di arrivo

Panorama sui monti ca nord di Splugen


Per vedere il video del punto di arrivo e del panorama clicca



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page