PASSO DELLA CONSUMA, 1060m (Firenze-Arezzo)



Accesso da Pontassieve 17,8 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Pontassieve(108)-Diacceto(499) 
7,4

391

5,28

Diacceto(499)-Borselli(738)

4,1

239

5,83

Borselli(738)-Consuma(1025) 

5,8

287

4,95

Consuma(1025)-Passo della Consuma(1060)

0,5

35

7,00





Accesso da Ponte a Poppi 17,7 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Ponte a Poppi(345)-Borgo alla Collina(429) 

2,9

84

2,90

Borgo alla Collina(429)-Passo della Consuma(1060)

14,8

631

4,26




Il valico collega due settori della valle dell'Arno, l'ansa di Pontassieve e l'alto Casentino; infatti il più importante e famoso fiume della Toscana discende dal Monte Falterona in direzione sud attraverso il Casentino verso Arezzo, per poi piegare girando intorno al Pratomagno e tornare verso nord a Pontassieve, dove la Valdarno volge ad ovest verso Firenze ed il Mare Tirreno.
La strada che percorre il passo è una buona arteria asfaltata che presenta pendenze molto impegnative ma anche tratti in falsopiano ed in contropendenza.

Sul versante occidentale si parte da Pontassieve (108m), grosso paese posto alla confluenza nell'Arno del fiume Sieve, che percorre il Mugello; si può scegliere se attraversare il centro o aggirare l'abitato mediante la moderna circonvallazione.
Si esce da Pontassieve in direzione d'Arezzo imboccando la strada che supera con un moderno e largo viadotto il Sieve proprio nel punto della confluenza nell'Arno; dopo aver lasciato a sinistra il percorso che conduce a Forlì attraverso il Passo del Muraglione (907m), si affronta una ripida e breve rampa e si raggiunge l'incrocio dove occorre svoltare a sinistra per imboccare la strada della Consuma.
Si inizia subito in forte salita con un tratto in costa che conduce alla frazione di Palaie, sparsa lungo il crinale della valle dell'Arno; dopo un breve pezzo facile si continua con ripide pendenze affrontando un tornante; dopo l'incrocio con la strada per Vallombrosa si procede lungo i crinali dei verdi colli coperti da viti ed ulivi alternando lunghi tratti dalla dura pendenza a brevi tratti di moderata difficoltà.
Si attraversa il piccolo abitato di Diacceto (499m) e si percorre in moderata ascesa un lungo rettilineo al cui termine la strada si impenna per salire ripida ed entrare nel bosco con un tornante; si continua con dure pendenze fino al pianoro di alcune centinaia di metri che conduce a Borselli (738m); si esce dal paese con una ripida rampa nel bosco, seguita da un tratto di falsopiano e da un'altra rampa; dopo un successivo falsopiano si affronta un lungo tratto di ripida salita.
Con un tratto quasi pianeggiante di circa 1 Km si arriva al paese di Consuma (1025m), nella cui piazza si trova una fontana; con una ripida rampa si raggiunge il passo, dove sorge un bar, costeggiando un'area attrezzata per soste turistiche e pic-nic.
Si gode un ampio panorama sui verdi colli del Casentino.

Sul versante orientale si parte da Ponte a Poppi (345m), la parte moderna sita nel fondovalle sotto il colle dove sorge il borgo medievale di Poppi (437m), lasciando a nord la strada per Stia.
Dopo aver attraversato l'Arno si percorre il Piano di Campaldino, dove nel 1289 il giovane Dante combattè nella battaglia vinta dai guelfi fiorentini sui ghibellini aretini.
Si sale moderatamente a Borgo alla Collina (429m), poi si affronta una salita ripida con alcuni tornanti; dopo il bivio per Stia e la frazione di Scarpaccia la salita si snoda dura nel bosco fino ad un crinale, poi si procede in falsopiano e si continua alternando tratti di salita, discesa e falsopiano per 3 Km.
Con una ripida discesa di 500 metri si raggiunge la frazione di Ponticelli, che si lascia sulla destra, e si riprende a salire incontrando l'incrocio per Montemignaio; si affrontano gli ultimi 2 Km di forte salita con alcuni tornanti tra i prati, poi si procede nel bosco aggirando un costone e, dopo aver superato un ristorante, si arriva al valico.

(Itinerario percorso il 18/08/1996)



Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page