PASSO DI CAMPOGROSSO, 1458m (Vicenza-Trento)



Accesso da Valdagno 21,2 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Valdagno(253)-Recoaro Terme(445) 
10,2

192

1,88

Recoaro Terme(445)-Merendaore(701) 

4,0

256

6,40

Merendaore(701)-Passo di Campogrosso(1458)

8,2

757

9,23





Accesso da Pian delle Fugazze 6,2 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Pian delle Fugazze(1162)-Passo di Campogrosso(1458)

6,2

296

4,77




Il valico collega la vicentina valle del torrente Agno a sud con la trentina Vallarsa a nord ed è attraversato da una strada asfaltata molto ripida e difficoltosa sul versante meridionale.

Sul versante meridionale dall'importante centro industriale di Valdagno (253m al semaforo della strada provinciale di fondovalle con Via IV Novembre e Via Colombo) si segue senza difficoltà il fondovalle superando San Quirico (348m); in località Casoline (354m) si entra nel comune di Recoaro Terme e si superano le frazioni Bonomini (361m), Facchini di Destra (390m) e, subito dopo il ponte 411m) sul torrente Agno, Molini di Sotto (415m).
Dopo i vasti stabilimenti di imbottigliamento dell'acqua minerale di Recoaro si arriva alla rotonda (445m) nel centro di Recoaro Terme (445m) presso il municipio e la chiesa parrocchiale; si continua ad attraversare il centro abitato con strade piuttosto strette fino ad un incrocio dove si tiene a destra seguendo le chiare indicazioni per Merendaore e Campogrosso.
Si incomincia a salire con una rampa impegnativa seguita da un tratto della pendenza moderata e si oltrepassano le frazioni Giorgetti (536m) e, dopo un incrocio (583m), Frizzi di Sotto (598m) e Frizzi di Sopra (629m); in forte salita si affrontano il 1° tornante (641m) ed il vicinissimo 2° tornante (646m).
Con un tratto dalla pendenza al 16% si arriva a Merendaore: si passa di fronte alla moderna chiesa (701m), si affronta fra le case il 3° tornante (722m) e dopo aver attraversato faticosamente la parte superiore del paese si arriva con tracciato più stretto al 4° tornante (751m), in corrispondenza del quale si ignora la diramazione a destra.
Con pendenza sempre costantemente molto dura si aggira la testata della valletta sopra il paese (832m); dopo la locanda Meso Cason (952m) si incontra un brevissimo falsopiano ma subito ad un incrocio (951m) la salita riprende molto dura.
Si affrontano il 5° tornante (1009m) ed il 6° tornante (1036m) e si oltrepassa la Malga Ravo (1043m); dopo il 7° tornante (1102m) si oltrepassa il Rifugio Piccole Dolomiti alla Guardia (1133m).
In ripida ascesa si affrontano l'ottavo tornante (1143m), il 9° tornante (1177m), il 10° tornante (1199m), l'undicesimo tornante, il 12° tornante (1228m), il 13° tornante (1240m), il 14° tornante, il 15° tornante (1284m), il 16° tornante (1303m), il 17° tornante (1330m) ed il 18° tornante (1344m).
Si percorrono due brevi gallerie (1353m) scavate nella roccia e si superano i ravvicinatissimi 19° tornante (1379m), 20° tornante e 21° tornante (1394m) per arrivare ad un incrocio (1443m) dove si lascia a destra una strada che sale ancora brevemente e poi ridiscende al Pian delle Fugazze aggirando il versante meridionale del Cornetto (1900m); questo tracciato però non è generalmente percorribile perché soggetto a frequenti movimenti franosi.
Dopo il rifugio Campogrosso (1452m) il tracciato si addolcisce ed in breve si raggiunge il valico.

Sul versante settentrionale dal Pian delle Fugazze (1162m) si imbocca la strada che si snoda in costa lungo le pendici settentrionali del Cornetto mantenendosi sempre lungo il trentino versante della Vallarsa; ad un incrocio si lascia a destra una strada che discende a Camposilvano in Vallarsa e si imbocca a sinistra un tracciato chiuso al traffico motorizzato non autorizzato ma percorribile in bicicletta che sale fino ad arrivare al passo.



Premi per tornare alla pagina precedente o clicca per tornare alla HOME Page