CHANTON, 1817m (Aosta)



Accesso da Pré-Saint-Didier 10,9 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Pré-Saint-Didier(1004)-9° tornante(1171)
3,1

167

5,39

9° tornante(1171)-Elévaz(1277) 
2,6

106

4,08

Elévaz(1277)-1° tornante(1331)
0,7

54

7,71

1° tornante(1331)-8° tornante(1483)
1,4

152

10,86

8° tornante(1483)-9° tornante(1612)
1,2

129

10,75

9° tornante(1612)-10° tornante(1708)
0,9

96

10,67

10° tornante(1708)-Chanton(1817)
1,0

109

10,90




La località, composta da poche baite in splendida posizione panoramica, si trova sul versante occidentale della parte bassa della valle del Piccolo San Bernardo ed è raggiunta da una ripida stradina asfaltata che si distacca ad Elevaz dalla strada del Colle del Piccolo San Bernardo (2188m).
Quando ad Elevaz si svolta per imboccare la stradina per Chanton si entra in un altro mondo lasciandosi dietro il traffico ed il rumore ed immergendosi nella natura dei prati e dei boschi; la strada è chiusa al traffico motorizzato non autorizzato e personalmente tra salita e discesa ho incontrato solo una motocicletta.
Il fondo del tratto conclusivo è interamente asfaltato ed alterna tratti di buon fondo, soprattutto nella parte inferiore, ad altri sconnessi e con buche e ghiaietto; in discesa si deve procedere a velocità molto bassa sia per il fondo sia per la ristrettezza della sede stradale e la mancanza di protezioni verso valle.

A Pré-Saint-Didier (1004m) si lasciano il fondovalle valdostano e la strada per Courmayeur ed il traforo del Monte Bianco, si attraversa il paese passando presso una bella fontana e la chiesa (1019m) e si comincia a salire con mirabile panorama sulla montagna più alta d'Europa; la strada sale con pendenza moderata nel bosco affrontando 9 tornanti; la curiosità è che la numerazione dei tornanti predisposta dall'Anas ignora il 1° tornante e quindi conta solo fino ad otto dal 2° al 9° tornante.
Si affrontano quindi in rapida successione il 1° tornante (1038m), in corrispondenza del quale si lascia a destra la strada vecchia per Courmayeur, il 2° tornante (1076m), il 3° tornante (1087m), il 4° tornante (1098m), il 5° tornante (1110m), il 6° tornante (1125m), il 7° tornante (1141m), l'ottavo tornante (1158m) ed il 9° tornante (1171m).
200 metri dopo il 9° tornante si piega a destra imboccando la galleria illuminata Pré-Saint-Didier (lunghezza 150 metri, entrata 1184m, uscita 1189m) con la quale si entra nella stretta valle laterale della Dora di Verney in moderata ascesa.
Dopo l'incrocio dove si lascia a destra la diramazione per il Parco Avventura Mont Blanc si procede in falsopiano e si percorre la brevissima semigalleria Parco Avventura (lunghezza 103m); dopo 90 metri si entra nella semigalleria artificiale paravalanghe Piano del Bosco (lunghezza 300 metri, ingresso 1206m, uscita 1208m) con ampie aperture sul lato a valle.
Si riprende a salire sensibilmente e dopo 280 metri si imbocca la galleria Elevaz 1 (lunghezza 370 metri, ingresso 1221m, uscita 1244m) che per 270 metri è una semigalleria con ampie aperture e per 100 metri una galleria ben illuminata; dopo altri 200 metri all'aperto si imbocca la galleria Elevaz 2 (lunghezza 190 metri, ingresso 1255m, uscita 1262m).
Dopo la galleria si procede facilmente per 300 metri fino a raggiungere la parte bassa (1277m) della frazione Elévaz dove si svolta a destra imboccando con una curva a 180° la stradina che sale subito ripida protetta con un guard-rail verso la statale; all'incrocio ci sono segnali di passeggiate a piedi ma nessuna indicazione per Chanton, comunque è impossibile sbagliare.
Dopo 170 metri ripidi ad un incrocio (1298m) si lascia a sinistra la strada che porta nella parte alta del paesino (1302m) e si procede in impegnativa salita tra i prati raggiungendo un incrocio (1331m) non segnalato dove si tiene a sinistra effettuando il 1° tornante e lasciando a destra il tracciato principale che termina in breve a Torrent (1337m).
Si supera il cartello con divieto di transito ai veicoli motorizzati non autorizzati e si affrontano ravvicinati e ripidi il 2° tornante (1342m) ed il 3° tornante in un boschetto; dopo un tratto in costa tra i prati con pendenza meno impegnativa ed ampio panorama si oltrepassa un canale di scolo e si supera il 4° tornante (1398m); si riprende a salire ripidamente oltrepassando ancora il canale di scolo e nel bosco si affrontano molto ravvicinati il 5° tornante (1428m) ed il 6° tornante (1432m).
Dopo il 7° e l'ottavo tornante (1483m) ad un incrocio (1492m) si lascia a sinistra una breve diramazione sterrata ed ormai inerbata per Combemby (1501m); subito dopo si percorre il ponte (1505m) sul Torrent Sec che non è protetto verso valle e rappresenta il punto più esposto del tracciato.
Dopo 150 metri che consentono di rifiatare la salita ridiventa molto dura e si percorrono due tratti dall'asfalto sconnesso presso due muraglioni di contenimento; dopo un lungo tratto in costa con pendenza meno accentuata si raggiunge il 9° tornante (1612m) presso una baita in località Montagnoulaz.
Un altro lungo traversone molto duro conduce al 10° tornante (1708m), seguito da 2 tornantini ravvicinati dai quali si vede ormai chiaramente Chanton; dopo il 13° tornante (1787m) si affronta una rampa ripidissima e si arriva alle baite di Chanton (1817m) in splendida posizione panoramica ai piedi del Monte di Nona (2114m); vi si trova una fontana.
La strada continua ancora asfaltata per 250 metri ed in seguito procede a fondo naturale fino a Miallay (1861m); il chilometraggio esposto è preso alle baite di Chanton (1817m) quindi per arrivare alla fine del tracciato asfaltato in un punto non quotato occorre aggiungere i 250 metri.
Si gode un'ampia visuale sull'alta valle dal ghiacciaio del Rutor sulla sinistra al gran cerchio di montagne al confine con la Francia con i loro piccoli ghiacciai; sull'opposto versante della valle si vede vicina la boscosa Testa d'Arpy (2022m) e verso nord-est si osservano le montagne del versante settentrionale valdostano.

(Itinerario percorso il 02/09/2016)

Ringrazio il mio omonimo amico Massimo per avermi segnalato questa bellissima salita.



Da Elevaz panorama sulla montagna dove si inerpica la strada; Chanton è in alto a destra al limite del bosco

Panorama sui monti dell'alta valle dalla fine della strada asfaltata

Le baite di Chanton e panorama verso nord-est

La strada che continua sterrata ed i monti intorno al Piccolo S.Bernardo


Per vedere il video del panorama clicca



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page