COLLE DEL QUAZZO 1090m (Cuneo)



Accesso da Garessio 7,4 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Garessio(581)-Santuario di Valsorda(702)
2,6

121

4,65

Santuario di Valsorda(702)-Colle del Quazzo(1090)
4,8

388

8,08

Accesso da Calizzano 7,7 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Calizzano(647)-Colle del Quazzo(1090)

7,7

443

5,75




Il passo, denominato Colle del Quazzo oppure Valico delle Case Quazzo, collega la valle del Tanaro ad ovest con la valle della Bormida di Millesimo ad est mediante una strada asfaltata, che si snoda tra i boschi, tortuosa e poco frequentata, al confine tra Piemonte e Liguria.

Da Garessio è un comune della Valle del Tanaro formato da diverse frazioni: Borgo Ponte (581m) è la frazione che si trova nel fondovalle lungo la strada che da Ceva conduce al Colle di Nava; nella parte orientale dell'abitato si trova un semaforo e, poco più a nord, una rotonda, dove si inizia l'itinerario seguendo le indicazioni per Calizzano.
Si imbocca una strada che sale con decisione fino a superare un costone, poi procede in pendenza moderata fino alla frazione Borgo Valsorda (655m), dove con un breve falsopiano si aggira il paesino portandosi sul lato sud; si riprende a salire fortemente e con un tornante si raggiunge il piazzale antistante il Santuario della Madonna delle Grazie (702m), costruito tra il 1897 ed il 1925 di fianco all'originaria cappella del XV secolo, ora adibita a museo storico dove si conserva la raccolta degli ex-voto.
Dopo il santuario si entra nel bosco in ripida ascesa e si superano due tornanti; si lascia a destra la strada per la frazione Borgo Piave, dove si trova il municipio, e si penetra nella valle che conduce al valico; dopo una costruzione isolata si affrontano tre tornanti e si ritorna nella Valle del Tanaro con bella vista sul M.Antoroto (2144m) ed il Bric Mindino (1879m).
Dopo il 7° tornante si ritorna nella valletta che conduce al valico e si continua in dura salita superando alcune case situate a 1,7 Km dal passo; sulla destra si può distinguere il Colle S.Bernardo (957m), che collega Garessio ed Albenga attraverso la valle del Neva, per i giganteschi generatori eolici che vi sorgono; alle sue spalle il M.Galero (1708).
La pendenza diventa meno impegnativa e si arriva al valico, dove sorgono le Case Quazzo e si lascia a destra la strada non asfaltata che aggira i versanti orientale e meridionale del Monte Cianea (1226m) e, attraverso la Sella di Monte Cianea (1100m), raggiunge il Colle S.Bernardo (957m), che collega Garessio ed Albenga.

Sul versante ligure si parte da Calizzano (647m): dalla rotonda sulla strada di fondovalle si seguono le indicazioni per il centro del paese e si attraversa il ponte sulla Bormida di Millesimo, poi si piega a destra e si raggiunge il sobborgo Pasquale, dove si svolta a sinistra iniziando la salita con pendenza moderata.
Si superano alcuni gruppi di case e si raggiunge la piccola frazione Valle, ultima località abitata; la salita diventa molto impegnativa e la strada si snoda ripida nella stretta e disabitata valle del Rio di Valle costeggiando il torrente in mezzo a fitti boschi; in una gola si incontra il confine regionale a 2,2 Km dal valico, poi si affrontano due ampi tornanti ed in dura ascesa si raggiunge il passo.

Un itinerario circolare molto bello e panoramico può essere realizzato scalando anche il Colle San Bernardo ed il Colle Scravaion (820m), che collega la Val Bormida alla valle del Neva ed Albenga.
(Itinerario percorso il 30/04/2009)



Il passo come appare arrivando da Garessio

Panorama verso il Colle San Bernardo ed il M.Galero

Il M.Antoroto ancora ben innevato e l'arrivo della salita da Garessio

Panorama primaverile dal passo sui monti della valle del Tanaro

Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page