PASSO DELLA CAPPELLETTA, 1085m (La Spezia-Parma)



Accesso da A) Varese Ligure- Passo di Cento Croci 17,1 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Varese Ligure(353)-bivio Caranza(732)

6,7

379

5,66

bivio Caranza(732)-Albergo Alpino(880)

2,8

148

5,29

Albergo Alpino(880)-Ranch Camillo(1038)

3,1

158

5,10

Ranch Camillo(1038)-Passo della Cappelletta(1085)

4,5

47

1,04

Accesso da B) Albareto 10,5 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Albareto(512)-Montegroppo(704)

5,5

192

3,49

Montegroppo(704)-Passo della Cappelletta(1085)

5,0

381

7,62

Accesso da C) Varese Ligure-Caranza-Cardeto

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Accesso da D) Varese Ligure-Caranza-Case Conliame

NON ASFALTATO

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)



Il valico, dove sono stati installati alcuni imponenti generatori eolici, è situato sullo spartiacque principale appenninico tra la valle del fiume Vara a sud e quella del fiume Taro a nord e risulta raggiungibile dal versante settentrionale con una strada asfaltata che sale direttamente al valico mentre dal versante meridionale il tracciato che sale direttamente al valico è a fondo naturale nell'ultimo tratto mentre esistono due percorsi asfaltati che però salgono ad ovest rispetto al valico e poi si snodano lungo il crinale unendosi.
Il passo era sterrato fino a qualche anno orsono poi con l'installazione delle pale eoliche è stato asfaltato l'itinerario di crinale dal Passo di Cento Croci (1055m), in seguito il versante emiliano e successivamente anche il tracciato che sale da Caranza passando da Cardeto.
Il valico funge da base per le ascensioni a piedi al Monte Gottero (1640m), l'imponente e boscosa montagna che rappresenta la cima più elevata della provincia di La Spezia.

Riepilogando è possibile accedere con 4 itinerari:
A) da Varese Ligure seguendo la strada del Passo di Cento Croci (1055m) fino ad un bivio dove si imbocca la strada asfaltata di crinale,
B) da Albareto sul versante parmense con una strada recentemente asfaltata che sale direttamente al valico,
C) da Varese Ligure seguendo la strada del Passo di Cento Croci e deviando a destra per Caranza dove si imbocca la strada asfaltata che passa da Cardeto e si connette alla strada di crinale proveniente dal Passo di Cento Croci,
D) da Varese Ligure seguendo la strada del Passo di Cento Croci e deviando a destra per Caranza dove si imbocca la strada che sale direttamente al passo con l'ultimo tratto a fondo naturale.

A) Varese Ligure- Passo di Cento Croci
Sul meridionale l'itinerario inizia ad un incrocio ben segnalato appena a valle del centro storico di Varese Ligure (353m) dove si seguono le indicazioni per Parma e si imbocca una strada che procede in leggera salita per 450 metri fino al municipio, poi supera una ripida rampa di 100 metri e procede ancora con pendenza moderata uscendo dal paese ed entrando nel bosco dove si affronta il primo tornante (430m) in corrispondenza del quale si ignora la diramazione per Taglieto.
La pendenza diventa più impegnativa e si procede in ambiente solitario in mezzo ai boschi superando gli ampi 2° tornante (464m), 3° tornante e 4° tornante (483m) presso una grande casa; dopo un tratto più facile la pendenza ridiventa impegnativa, si affronta il 5° tornante (589m) e si procede a lungo senza punti di riferimento precisi; in generale questo tratto del percorso risulta abbastanza ombreggiato.
Subito dopo le Case Schiappacasse si raggiunge l'incrocio (732m) dove si lascia a destra la diramazione asfaltata che raggiunge Caranza (652m) e successivamente si biforca per raggiungere il Passo della Cappelletta (1085m) (itinerari C e D).
Subito dopo l'incrocio si affronta il 6° tornante (736m) e poco dopo gli impegnativi 7° tornante (775m) ed ottavo tornante (791m); si percorrono dei rettilinei assolati con bel panorama verso oriente sull'imponente e boscoso Monte Gottero (1640m) poi si superano ravvicinati il 9° tornante (840m) ed il 10° tornante (852m).
Dopo l'Albergo Alpino (880m) si esce dal bosco per pedalare tra ampi pascoli con ampia vista sull'alta Val di Vara individuando nitidamente di fronte il Passo di Cento Croci; ad un incrocio (918m) si lascia a sinistra una stradina asfaltata che scende alle Case Faventoli; poco dopo si supera la Fontana della Forca appena prima dell'incrocio (952m) per le Case Sabadda; si alternano tratti pedalabili a rampe impegnative rimanendo sempre esposti al sole; si oltrepassa la Fontana Bianca (990m).
Quando mancano 400 metri al Passo di Cento Croci (1055m) si incontra sulla sinistra il bar-ristorante “Ranch Camillo” (1038m) di fronte al quale si svolta a destra imboccando la strada asfaltata di 4,5 Km che si snoda in costa fino al Passo della Cappelletta.
Si sale decisamente fino al Passo dei Codognini (1062m) dove si trova uno spiazzo sul crinale e dove si dipartono dei sentieri e si procede tra ampie praterie aggirando (1095m) il costone che discende dal Monte La Rocca (1151m); si scende leggermente per raggiungere l'incrocio (1078m) dove si lascia a destra la strada a fondo chiuso per Case Nespolo (1046m) e subito dopo l'incrocio (1075m) con la strada asfaltata che sale da Caranza passando per Cardeto.
Si continua in falsopiano aggirando da sud la cima del Monte Scassella (1228m), si oltrepassano le Case Lago Secco (1079m) nel bosco e finalmente si arriva al passo, dove sorgono la cappelletta eponima e le imponenti pale eoliche; si gode un ampio panorama sia sulla Val di Vara che sulla valle del Taro.

B) Albareto
Sul versante settentrionale il percorso inizia ad Albareto (512m), ultimo comune della Val di Taro, comodamente raggiungibile da Borgo Val di Taro; si segue la buona strada provinciale 23 asfaltata che risale senza difficoltà la valletta del torrente Gotra fino alla località Boschetto (550m), dopo la quale si incontra un chilometro e mezzo in forte salita.
Si superano Case Bordi (589m) e Pezza di Barlé (617m) e si arriva in un'amena conca dove si attraversa il torrente su un ponte (704m); subito dopo presso le case della parte bassa di Montegroppo dove si inizia a salire duramente.
Dopo il 1° tornante si passa ai piedi della chiesa di Sant'Anna in Montegroppo e dopo il 2° tornante (749m) si transita vicini al campanile della stessa; si affrontano l'ampio 3° tornante (782m) tra i prati, il 4° tornante (803m) dopo le Case Ballerini, l'ampio 5° tornante (821m) tra i prati e si oltrepassano le Case Ghei (830m).
Dopo l'incrocio (867m) dove si lascia a sinistra una stradina a fondo chiuso per le case di Val Picarasca si affronta il 6° tornante (876m) all'inizio del bosco e dopo Casa del Re (911m) si supera il 7° tornante (958m) in un'ampia radura dalla quale sono ben visibili le pale eoliche al passo.
Con un lungo traversone tra i prati sulle pendici nord-orientali del Monte Scassella la stretta ed impegnativa strada asfaltata raggiunge con ampio panorama il passo.

C) Varese Ligure-Caranza-Cardeto
Sul versante meridionale si segue l'itinerario A) fino all'incrocio (732m) dopo le Case Schiappacasse dove si seguono le indicazioni per Caranza; si scende leggermente arrivando ad un incrocio (681m) in località Beo dove si lascia a destra la strada che termina nel centro di Caranza (652m).
Si riprende a salire dapprima moderatamente e poi più duramente dopo l'incrocio (732m) per Porciorasco; ad un successivo incrocio (824m) si ignora la diramazione a sinistra a fondo chiuso per Ghiaie e Goreto e subito dopo ad un altro incrocio la diramazione a destra per Lago Verde.
Subito dopo si arriva ad un altro incrocio dove bisogna svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per Casa Nuova, Cardeto ed il Passo di Cento Croci ed ignorare la strada a destra per Palamin.
Si sale con forti pendenze tra prati e boschetti e dopo il 6° tornante (909m) ed il 7° tornante si giunge in località Casa Nuova (940m); dopo l'ottavo tornante (989m) si arriva in località Cardeto dove si effettuano due ampi tornanti fra le poche case sparse; in decisa ascesa tra i prati si raggiunge l'incrocio (1075m) dove si svolta a destra immettendosi sulla strada asfaltata che proviene dal Ranch Camillo (itinerario A) che si segue senza difficoltà fino al valico.

D) Varese Ligure-Caranza-Case Conliame.
L'itinerario sterrato che sale direttamente al valico segue l'itinerario C) fino all'incrocio dove si tiene a destra seguendo le istruzioni per Palamin.
Dopo un breve tratto impegnativo si ignora ad un incrocio (874m) la diramazione a fondo chiuso a sinistra per Palamin e, dopo un tratto facile, al successivo incrocio (872m) si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per il Passo della Cappelletta ed ignorando la strada a destra per Campolongo.
Si procede su asfalto fino alle Case Conliame (898m) dove si affronta il 6° tornante; subito dopo l'asfalto termina e si procede su ottimo fondo naturale; ad un incrocio (994m) si lascia a sinistra l'accesso chiuso da un cancello al Ronco d'Andrea ed ormai in vista dei generatori eolici si effettua l'ultimo tratto di salita che conduce direttamente al passo.



Il valico visto dal bivio per Caranza

L'imponente e boscoso Monte Gottero

Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page