ALPE REDASCO-VAL QUINTENA, 2168m (Sondrio)



Accesso da Grosio 21,3 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Grosio(656)-San .Giacomo(1054)
A
5,5

398

7,24

San Giacomo(1054)-Fusino(1203) 
A

2,4

149

6,21

Fusino(1203)-Ponte del Guer(1545) 
A

5,8

342

5,90

Ponte del Guer(1545)-Eita(1703)  
A

1,6

158

9,87

Eita(1703)-Baite Redasco(1894)
N A

3,4

191

5,62

Baite Redasco(1894)-Alpe Redasco(1976)
N A

1,0

82

8,20

Alpe Redasco(1976)-Valle di Quintena(2168)
N A

1,6

192

12,00




L'Alpe Redasco si trova sul versante orientale della Val Grosina, laterale della Valtellina, e risulta raggiungibile mediante una strada asfaltata fino ad Eita e nel seguito non asfaltata; dopo l'alpeggio la carreggiabile sale nella Valle di Quintena e termina ad uno spiazzo a quota 2168m ai piedi del Passo di Quintena (2288m).

A Grosio (656m) si lascia il tracciato della vecchia statale dello Stelvio pochi metri a nord della piazza centrale con il monumento ai caduti seguendo le indicazioni stradali per Ravoledo e la Val Grosina.
Si sale con forte pendenza e si guadagna subito quota con due tornanti che dominano l'esteso abitato di Grosio; si raggiungono presto le prime case della vasta frazione di Ravoledo e si passa in moderata ascesa ai piedi della rupe sopra la quale sorge la chiesa.
Poco dopo si incontra un incrocio dove si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Fusino e si lascia a destra la strada che attraversa il centro del paese ed in 360 metri raggiunge la piazza della chiesa di Ravoledo (864m); in forte salita si procede attraverso le case della parte alta di Ravoledo e si esce dall'abitato percorrendo in costa il versante occidentale della Valtellina.
Dopo un tratto facile si affronta un tornante e si ritorna verso sud con bella vista sulle montagne valtellinesi ed il Passo del Mortirolo.
La salita ridiventa molto impegnativa e con due tornanti si raggiunge il piccolo borgo di
San Giacomo (1054m); la strada entra in Val Grosina e si snoda in costa a grande altezza rispetto al torrente.
In forte salita si raggiunge Calandela (1104m), poi si alternano tratti di salita moderata e rampe molto impegnative; con bella vista frontale sul Monte Alpisella (2756m) e sul roccioso fondovalle si raggiunge la chiesa di Fusino (1203m), località posta alla confluenza dei due rami della Val Grosina, il ramo occidentale che volge ad ovest verso il confine con la Svizzera ed il ramo orientale che in realtà volge a nord; si lascia a sinistra la strada per Malghera e la Casera di Sacco (2008m).
Si continua su strada ancora asfaltata in direzione nord con ripidi strappi alternati a tratti facili; si lascia a sinistra la strada che scende al Bacino Roasco (1213m) e si prosegue senza difficoltà alti rispetto al laghetto artificiale dell'Aem; al termine del lago si scende dolcemente fino ad un ponte su cui si attraversa il torrente Roasco
La strada si impenna e sale con due ripidissimi tornanti poi si snoda fra boschetti alternando tratti molto ripidi ad altri con pendenza moderata; con una breve leggera discesa si raggiunge la stretta gola nel cui fondo strepita il torrente formando delle cascatelle.
Si entra nel grande bacino di Eita, ben riconoscibile in mezzo alla valle con il suo campanile separato dalla chiesetta; la conca è punteggiata di baite ed alpeggi e dominata dalle possenti pareti del Sasso di Conca (3150m); al Ponte del Guer (1545m) si attraversa il Rio Avedo che proviene dall'omonima valle che volge ad occidente.
Si affrontano una rampa ripidissima e 4 duri tornanti e con un impegnativo tratto in costa nel bosco si raggiunge Eita (1703m), dove si trova una fontana; vi sorge la bella chiesetta dell'Immacolata e si incontrano due fontane.
Si lascia a sinistra la strada non asfaltata e molto ripida per il Rifugio E.Falck (2005m) ed il Passo di Verva (2301m), si attraversa su un ponticello un torrentello laterale e si scende ripidamente per breve tratto fino al ponte sul torrente Roasco; si lascia sulla sinistra il borgo di Remit (1691m) e si costeggia brevemente il torrente con fondo sterrato.
Si ritrova il fondo asfaltato presso un bivio dove si svolta a sinistra in ripida ascesa con due tornanti; dopo aver lasciato a sinistra la ripida strada non asfaltata per Cassavrolo il fondo diventa sterrato, peraltro sempre ottimo, e si procede nel bosco con pendenza abbastanza impegnativa; si aprono scorci panoramici sulla splendida Valle di Avedo che si apre sull'altro versante della Val Grosina orientale.
Dopo una cascata ed un breve falsopiano si riprende a salire superando una prima baita; ad un incrocio si tiene a destra seguendo le indicazioni per "Cappella Redasco"; si esce dal bosco e si entra nell'ampia conca prativa dell'Alpe Redasco; si raggiungono le baite Redasco (1894m) e la salita diventa più impegnativa sia per la pendenza che per il fondo meno bello; con un lungo traversone tra i prati si raggiunge la bella cappella situata in posizione panoramica.
Subito dopo la stradina si impenna e con una rampa ai limiti della ciclabilità raggiunge un tornante ai limiti del bosco; con pendenza pedalabile si raggiungono alcuni casolari con il rifugio Alpe Redasco (1976m); si continua passando attraverso un boschetto e si raggiunge l'ultimo gruppo di baite; si passa tra le steccionate in legno e si imbocca la ripida carreggiabile che raggiunge un altro tornante e diventa parzialmente inerbata mantenendosi quasi sempre ciclabile; dopo il successivo tornante si procede senza problemi fino all'ultimo tornante che immette nei 400 metri conclusivi con un paio di passaggi difficoltosi ma complessivamente con fondo discreto.
Si arriva così allo spiazzo solitario a quota 2168m dove la strada termina ai piedi del Passo di Quintena (2288m), purtroppo irraggiungibile in bicicletta; si gode un ampio panorama sulla Val Grosina e la fronteggiante Val d'Avedo.

(Itinerario percorso il 17/07/2010)



Fusino alla biforcazione della Val Grosina

Eita in bellissima posizione su un terrazzo naturale

L'Alpe Redasco vista salendo verso Eita

La stradina sale tra i prati dell'Alpe fino allo spiazzo di arrivo (localizzabile vicino al tetto della baita)

La cappella dell'Alpe Redasco

Ultimo tratto di salita con la Val d'Avedo sullo sfondo

L'irraggiungibile Passo di Quintena

Panorama sulla Val Grosina

Panorama sull'Alpe Redasco ed il Passo di Verva sullo sfondo

Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page