>



PASSO DI SAN LUGANO, 1097m (Bolzano-Trento)



Accesso da Ora 16,1 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Ora(242)-Montagna(496)
3,6

254

7,06

Montagna(496)-incrocio Aldino(748)

5,6

252

4,50

incrocio Aldino(748)-Pausa(915)

3,0

167

5,57

Pausa(915)-Fontanefredde(983) 

1,6

68

4,25

Fontanefredde(983)-Passo di San Lugano(1097)

2,3

114

4,96





Accesso da Cavalese 7,4 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Cavalese(1000)-Passo di San Lugano(1097)

7,4

97

1,31




Il valico collega la valle dell'Adige con la Val di Fiemme mediante un'importante e frequentata strada asfaltata e rappresenta uno dei principali accessi al comprensorio dolomitico.
Sul versante occidentale la salita è lunga ed impegnativa con un notevole dislivello mentre sul versante orientale risulta breve e facile perchè la valle di Fiemme si trova ad un altezza vicina a quella del valico.

Sul versante occidentale si lascia il fondovalle dell'Adige nel centro di Ora/Auer (242m) e si imbocca la strada ampia ma trafficata per il Passo di San Lugano, Cavalese e la Val di Fiemme; la pista ciclabile realizzata sul tracciato della ferrovia abbandonata Egna-Cavalese è molto bella ma in gran parte sterrata ed adatta solamente a chi è dotato di mountain-bike.
Dopo alcune centinaia di metri di salita moderata dopo un ampio curvone a destra si raggiunge una rotonda con la circonvallazione che percorre lunghe gallerie da evitare per i ciclisti.
Si seguono le indicazioni per Cavalese e si percorre una galleria lunga 128 metri, illuminata ma in curva, poi si affronta il 1° tornante presso un biotopo; si superano altri 3 ampi tornanti e si attraversa il centro abitato di Montagna/Montan (496m), dove arriva anche la strada alternativa che sale da Egna/Neumarkt (214m), paese del fondovalle a 3,7 Km da Ora.
Si percorre con ampio panorama un tratto molto ardito alla base di un'impervia parete rocciosa e si superano due tornanti, poi si continua in sensibile ascesa tra vigneti e frutteti.
Il tracciato punta poi verso est entrando a grande altezza nella valletta laterale del Rio di Ora e lascia sulla sinistra la zona artigianale Kalditsch; si continua ancora fra i frutteti e poi si entra nel bosco.
Ad un incrocio ben segnalato (748m) si lascia a sinistra la strada provinciale 72 per Aldino/Aldein (1225m) ed il Santuario di Pietralba (1521m).
Si prosegue con pendenze più impegnative per un paio di chilometri tra i boschi e con minore difficoltà si raggiunge Pausa (915m), dove sorge un albergo-ristorante, poi si supera Fontanefredde/Kaltenbrunnen (983m).
In salita moderata nel bosco si raggiunge l'incrocio (1019m) sulla sinistra per Redagno/Redain all'inizio della zona artigianale che si costeggia in leggera ascesa; passando tra le case sparse del paese di San Lugano/St.Lukan si arriva alla sommità del valico all'incrocio con la Via Parco di fronte ad una fontana dopo l'albergo Genzianella e prima del campo di calcio.

Sul versante orientale si parte da Cavalese (1000m) seguendo il tracciato della vecchia statale, ora sostituito dalla moderna variante che evita i centri abitati; dopo essere sbucati sulla strada principale si prosegue in leggera ascesa nel bosco e si attraversa una galleria; senza difficoltà si oltrepassa l'incrocio a sinistra per Anterivo/Altrei, si supera la chiesa e si procede fino al passo.
Per i ciclisti è però consigliabile svoltare a sinistra per Aguai, raggiungere la piccola località, svoltare a sinistra ed immettersi sulla pista ciclabile che a sinistra verso Molina non è asfaltata ma da qui al passo risulta asfaltata; la pista sbuca sulla strada per Anterivo a brevissima distanza dall'incrocio con la strada statale che si segue per breve tratto fino al passo.



Premi per tornare alla pagina precedente o clicca per tornare alla HOME Page