TIGNES LE LAC, 2100m (Savoia)



Accesso da Bourg-Saint-Maurice 30,1 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Bourg-Saint-Maurice(840)-Séez(904) 
3,0

64

2,13

Séez(904)-Longefoy(854) 

2,2

-50

-2,27

Longefoy(854)-inizio salita(926)

4,4

72

1,63

inizio salita(926)-Sainte-Foy-Tarentaise(1051)

2,0

125

6,25

Sainte-Foy-Tarentaise(1051)-La Thuile(1197)

2,6

146

5,61

La Thuile(1197)-le Chevril(1808)

9,9

611

6,17

le Chevril(1808)-Tignes le lac(2100) 

6,0

292

4,87




La stazione turistica di Tignes comprende anche le località di Val Claret, les Brévières e les Boisses; Tignes le Lac è situata in una splendida conca ai piedi del ghiacciaio della Grande Motte, nel gruppo della Vanoise, nell'alta valle dell'Isère; fino a le Chevril la strada coincide con il percorso del Col de l'Iseran (2770m).
La località rappresenta uno dei principali centri di sci estivo ed invernale della regione ed è stata teatro di alcune gare nel corso delle Olimpiadi Invernali di Albertville.
La strada è buona e ben asfaltata ma il traffico nelle stagioni turistiche risulta intenso.

Il percorso ha inizio a Bourg-Saint-Maurice (840m), capolinea della ferrovia e ridente centro climatico, nonchè nodo di comunicazioni; si sale moderatamente a Séez (904m), dove si lascia a sinistra la strada che porta in Italia attraverso il Colle del Piccolo San Bernardo (2188m).
Si procede in leggera discesa fino al villaggio di Longefoy (854m), poi con dolci saliscendi fino ad una cava presso la quale (926m) la strada si impenna e sale con impegnativi tornanti a Sainte-Foy-Tarentaise (1051m); si continua in sensibile ascesa fino a La Thuile (1197m) mentre la valle si restringe e si guadagna quota correndo in costa alti sul fondovalle dove scorre l'Isère; dopo la Raie (1344m) la salita alterna lunghi tratti impegnativi a qualche falsopiano.
Dopo il bivio per Tignes-les-Brévières si affronta un tratto di circa 3 Km molto duro in vista della diga di Tignes, che origina il grande lago artificiale di Chevril; in questo tratto si incontra anche una galleria che fortunatamente presenta una pendenza modesta.
Si arriva così alla diga, che si percorre lasciando la strada che conduce alla celebre stazione di Val d'Isère ed al Col de l'Iseran.
Dopo la diga si attraversa in piano les Boisses (1810m), dove si incontra la strada secondaria che sale con ripidi e stretti tornanti da les Brévières sul lato occidentale della valle attraversando anche una breve galleria scavata nella viva roccia.
La salita riprende impegnativa con due tornanti, poi si attraversano brevi gallerie e si entra nella conca conclusiva arrivando a Tignes le Lac (2100m), attrezzata stazione turistica sul lago; costeggiando il lago in un magnifico panorama si raggiungono i grattacieli di Val Claret (2080m), ben poco intonati ai ghiacciai che coronano la conca.

(Itinerario percorso il 03/08/1993)



Premi per tornare all'elenco delle salite o clicca per tornare alla HOME Page