COL DU MONT JOUX, 1930m (Aosta)



Accesso da Saint-Pierre 18,8 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Saint-Pierre(681)-1° tornante(820)

2,2

139

6,32

1° tornante(820)-6° tornante(908)

1,5

88

5,87

6° tornante(908)-8° tornante(1021)

1,8

113

6,28

8° tornante(1021)-Fossaz(1202)

2,4

181

7,54

Fossaz(1202)-bivio Avise(1281)

1,3

79

6,08

bivio Avise(1281)-Clavel(1480)

2,8

199

7,11

Clavel(1480)-17° tornante(1585)

1,7

105

6,18

17° tornante(1585)-Vens(1737) 

2,6

152

5,85

Vens(1737)-Lac du Mont Joux(1894) 

1,9

157

8,26

Lac du Mont Joux(1894)-Col du Mont Joux(1930) 

0,6

36

6,00





Accesso da Avise 17,3 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Avise(777)-Cerellaz(1254) 
5,4

477

8,83

Cerellaz(1254)-Charbonnière(1260)
1,3

6

0,46

Charbonnière(1260)-bivio Saint-Pierre(1281)                   

1,0

21

2,10

bivio Saint-Pierre(1281)-Clavel(1480)

2,8

199

7,11

Clavel(1480)-17° tornante(1585)

1,7

105

6,18

17° tornante(1585)-Vens(1737) 

2,6

152

5,85

Vens(1737)-Lac du Mont Joux(1894) 

1,9

157

8,26

Lac du Mont Joux(1894)-Col du Mont Joux(1930) 

0,6

36

6,00




Il valico si trova sullo spartiacque tra la Combe de Vertosan ad ovest e la valletta che si apre alle spalle di Avise ad est, entrambe laterali della valle principale valdostana, tra la Punta Aouilletta (2616m) a nord ed il Mont Joux (1979m) a sud e risulta raggiungibile mediante una ripida strada asfaltata fino a 600 metri dalla sommità che presenta panorami grandiosi.
L'accesso è possibile dal fondovalle valdostano mediante due diverse strade nella parte bassa che si riuniscono nel tratto conclusivo che raggiunge il passo dal versante orientale; sul versante occidentale non esiste strada di salita al passo ma esiste una strada a fondo naturale che accede alla Combe de Vertosan che risulta impraticabile nel tratto intermedio.
Fra Saint-Pierre ed Avise ci sono solo 8 chilometri di comoda strada di fondovalle per cui è possibile percorrere entrambi i versanti senza difficoltà.
Ho classificato comunque questo valico fra le strade asfaltate visto che gli ultimi 600 metri a fondo naturale sono comodamente percorribili anche con una bicicletta da corsa.

Da Aosta (583m) si segue la trafficata strada di fondovalle in direzione del Monte Bianco alternando tratti praticamente pianeggianti ad alcuni pezzi di moderata ascesa; dopo Sarre (631m) si raggiunge Saint-Pierre, dove ai piedi della rupe dove sorgono il castello e la chiesa si svolta a destra (681m) seguendo le indicazioni per Saint-Nicolas.
La strada regionale 22 sale con forte pendenza lasciando sulla destra la caserma dei Carabinieri e sulla sinistra il cimitero, poi si attraversa la frazione Ordines (736m) ed in località Vereitaz (749m) la salita diventa per breve tratto moderata.
La strada asfaltata prosegue con pendenze impegnative fino al bivio (814m) per Montovert e Cumiod dopo il quale si inerpica con 6 tornanti ed ampio panorama sia sulla valle sottostante che sulla Grivola (3969m) ed il ghiacciaio del Rutor sull'opposto versante; si affrontano in rapida successione il 1° tornante (820m) presso una fattoria, il 2° tornante (831m), il 3° tornante (839m) e più distanziati il 4° tornante (862m), il 5° tornante (886m) ed il 6° tornante (908m).
In corrispondenza del 6° tornante si lascia a destra la strada secondaria per Rumiod e Vetan e si prosegue con pendenze leggermente meno dure oltrepassando un incrocio (965m) dove si lasciano le diramazioni a destra per la sovrastante Evian ed a sinistra per Lyveroulaz.
Si affrontano il 7° tornante (1008m) e l'ottavo tornante (1021m) ai piedi della frazione Gratillon (1052m), alla quale si accede con una diramazione a destra (1041m); si passa (1061m) sotto le poche baite di Ferrère e si percorre un lungo traversone fino a Fossaz (1202m), capoluogo del comune di Saint-Nicolas; a Fossaz non si può tralasciare la deviazione di 700 metri che conduce alla chiesa parrocchiale situata in mirabile posizione panoramica (1216m).
In paese si supera il 9° tornante in pavè e si prosegue per quasi 500 metri fino al 10° tornante (1218m) in corrispondenza del quale si lascia a destra il percorso che più avanti si suddivide nei tracciati per Vetan (1671m) e per
Verrogne (1587m); si continua in costa sopra Fossaz-Dessus alternando strappi e tratti facili; dopo il ponte sul torrente (1272m) si incontra ad un incrocio (1281m) la strada alternativa che sale da Avise.

Questo tracciato inizia ad una rotonda (786m) presso Runaz dove si lascia la strada statale di fondovalle che collega Aosta all'alta valle per imboccare la strada regionale 26 e scendere leggermente fino all'ardito ponte con il quale si attraversa la Dora Baltea; subito dopo si deve scegliere se percorrere la moderna galleria di 478 metri, in curva ma ben illuminata, che evita il paese oppure imboccare la stretta strada che attraversa in pavè il paese di Avise (777m) e con una rampa e due tornanti raggiunge l'incrocio (802m) presso lo sbocco superiore della galleria.
Si prosegue con tracciato che sale a tornanti con pendenze segnalate al 10% superando le frazioni di Avise; nella numerazione dei tornanti seguiamo il tracciato della strada regionale per cui attraversando il centro di Avise bisogna conteggiarne due in più.
Si affrontano ravvicinati il 1° tornante, il 2° tornante (852m) ed il 3° tornante (862m) in frazione Pré; dopo la frazione Plan la sede stradale diventa più stretta e si superano il 4° tornante (900m) ed il 5° tornante (926m).
Dopo un lungo traversone si affrontano alternando tratti boscosi e rocciosi il 6° tornante (1004m), il 7° tornante (1015m), l'ottavo tornante (1040m), il 9° tornante (1044m), il 10° tornante (1062m), l'undicesimo tornante (1070m), il 12° tornante (1103m), il 13° tornante (1115m), il 14° tornante (1143m) ed il 15° tornante.
Si supera il 16° ed ultimo ampio tornante (1170m) della serie in prossimità di un'area attrezzata e si continua con un ripido traverso che raggiunge Cerellaz (1252m), dove si trovano diverse fontane; si procede in falsopiano e dopo l'incrocio (1261m) per Vedun si scende leggermente e quasi in piano si raggiunge Charbonnière (1263m) per poi continuare senza difficoltà fino all'incrocio (1281m) con il percorso che sale da Saint-Pierre.

Dopo l'incrocio si sale su strada abbastanza larga e tranquilla con pendenze molto impegnative e si affrontano nel bosco l'undicesimo tornante (1289m), il vicino 12° tornante (1297), il 13° tornante (1337m) ed il 14° tornante (1373m).
Prima del 15° tornante (1457m) si vedono in alto Vens ed il Mont Joux e dopo il tornante si procede facilmente fino a Clavel (1480m), dove si riprende a salire duramente affrontando il 16° tornante (1503m) in una zona di prati; in corrispondenza del 17° tornante (1585m) si lascia sulla sinistra la breve diramazione che conduce a Cerlogne (1579m) e dopo il successivo 18° tornante (1655m) nel bosco si attraversano le ampie praterie in vista di Vens; con un lungo tratto di falsopiano si raggiunge Vens (1737m); vi si gode un ampio panorama sulla Grivola ed il Gran Paradiso.
Nella piazzetta all'ingresso del paesino si tiene a destra effettuando il 19° tornante e si imbocca una stradina stretta ma asfaltata che dovrebbe essere a traffico limitato ma nei giorni festivi è percorsa da un buon numero di automobili; il tracciato sale in forte pendenza, aggira la testata del vallone, entra nel bosco, affronta lo stretto 20° tornante (1809m) dove si lascia a destra la diramazione a fondo naturale per Barmaverain e Leytanaz, continua ripido nel bosco con grandiosi scorci panoramici e raggiunge il piccolo e limpido Lac du Mont Joux (1894m) presso il quale termina il tratto asfaltato; il laghetto è in splendida posizione panoramica ma purtroppo è scavalcato dai fili di un elettrodotto che con i suoi tralicci rovina la visuale.
Si procede per gli ultimi 600 metri su ottimo sterrato che aggira il laghetto con moderata pendenza ed affronta l'ultimo tornante a quota 1907m, sicuramente il punto meno facile e più dissestato ma comunque superabile con un po' di attenzione, e con un rettilineo in impegnativa ascesa si raggiunge il passo, unico punto del percorso in cui il panorama è limitato perché chiuso tra le boscose pareti circostanti; vi sorge il cartello di valico; il tracciato continua a fondo naturale scendendo nella Comba di Vertosan.

(Itinerario percorso il 15/07/2012)



Panorama sul ghiacciaio del Rutor salendo verso St.Nicolas

Vens ed il Mont Joux

Panorama sulla Grivola ed il Gran Paradiso prima del lago; in basso Vens

Il lago con la Grivola ed il Gran Paradiso sullo sfondo

L'ultimo tratto di salita e la sommità del valico

Il cartello del passo e vista verso ovest

Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page