COLLE DI ZUCCORE, 1623m (Aosta)



Accesso da Saint-Vincent 14 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Saint-Vincent(575)-Emarèse(1048)
5,1

473

9,27

Emarèse(1048)-Eresaz(1170)

2,6

122

4,69

Eresaz(1170)-Sommarèse(1536)

4,9

366

7,47

Sommarèse(1536)-Colle di Zuccore(1623) 

1,4

87

6,21

Accesso da Verrès 16,1 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Verrès(391)-Targnod(719)

4,4

328

7,45

Targnod(719)-Villa(744) 

0,8

25

3,12

Villa(744)-Chataignère(821)

1,4

77

5,50

Chataignère(821)-Corliod(908) 

1,1

87

7,91

Corliod(908)-Tilly(954) 

0,8

46

5,75

Tilly(954)-Quincod(1040)

1,3

86

6,62

Quincod(1040)-Orbeillaz(1116)

1,1

76

6,91

Orbeillaz(1116)-Arbaz(1495) 

3,6

379

10,53

Arbaz(1495)-Colle di Zuccore(1623) 

1,6

128

8,00




Il valico collega la valle d'Ayas con la conca di Saint-Vincent ed è parallelo al Colle di Joux (1640m), situato poco a nord; il percorso si snoda su strada sempre asfaltata in un ambiente molto bello ed offre momenti panoramici eccezionali.
La salita risulta molto impegnativa su entrambi i versanti e risulta ripidissima nel tratto tra Orbeillaz ed Arbaz; il traffico, sensibile tra Verrès e Quincod, è praticamente inesistente sul resto del percorso.
Il passo è denominato Colle di Zuccore sulle carte del Touring Club Italiano, Col du Mont-Tseuc sulla carta tecnica regionale e Col Tsecore sulle indicazioni stradali locali e sul cartello in cima.

Sul versante occidentale il percorso inizia alla periferia sud di Saint-Vincent (575m), dove si abbandona la strada di fondovalle per salire con pendenza subito impegnativa alla frazione Cillian, che si attraversa quasi in piano; si riprende a salire con pendenza molto ripida, si lascia a destra una strada per Montjovet e si affrontano numerosi tornanti nel bosco.
Dopo il piccolo abitato di Emarèse (1048m) la strada si restringe e prosegue tortuosa toccando la chiesa di San Pantaleone, in splendida posizione, e raggiungendo Eresaz (1170m), capoluogo del comune di Emarèse; si continua lasciando a sinistra una strada che si collega al percorso del Colle di Joux; con forti pendenze e molti tornanti su strada bella ed agevole si arriva a Sommarèse (1536m) ed in severa ascesa si raggiunge infine il valico; appena prima della sommità si incontra uno spiazzo per il parcheggio con una bella fontanella d'acqua fresca.
Il valico è una solitaria sella di pascoli e boschetti dove si apre un panorama sensazionale sulla Valle d'Aosta dominata dal Monte Bianco.

Sul versante orientale il percorso inizia a Verrès: alla rotonda di fronte al casello dell'autostrada si abbandona la strada statale che percorre il fondovalle valdostano e si sale leggermente per 300 metri nella parte moderna di Verrès (391m); all'inizio del vecchio paese si tiene a sinistra e la strada si impenna subito ripida con un duro tornante nello stretto imbocco della Val d'Ayas, sorvegliato dal castello di Verrès, posto sulla cima di un ciclopico roccione.
La strada è abbastanza larga e ben asfaltata, ma il traffico risulta sensibile; si affrontano altri 4 tornanti ed un tratto in costa seguito da due tornanti che conducono al primo paese della valle, Targnod (719m), dove si incontra una fontana e la pendenza diventa meno impegnativa.
La valle si allarga e diventa più amena e popolata, si attraversa Villa (744m), capoluogo del comune di Challant Saint-Victor, e si tocca Chataignère (821m), dove si riprende a salire fortemente toccando le frazioni di Corliod (908m) e, dopo due tornanti tra i prati, Tilly (954m); con minore difficoltà si raggiunge Quincod (1040m), capoluogo del comune di Challant Saint-Anselme.
Nel paese si svolta a sinistra affrontando una strada che sale duramente tra le ville e attraversa le frazioni Pésan (1060m) e Orbeillaz (1116m); dopo un breve falsopiano si svolta a destra affrontando subito una rampa durissima; si entra nel bosco e la strada, stretta e molto tranquilla, continua con pendenze molto ripide e senza un attimo di tregua; in un tratto scosceso si apre una vista mozzafiato sulla conca di Challant molto più in basso.
Dopo un tornante la pendenza diventa meno terribile e si apre una bella vista sulle montagne che chiudono a sud la Valle d'Aosta separandola dal Piemonte; con pendenza sempre severa si raggiunge Arbaz (1495m), villaggio rurale in splendida posizione tra i pascoli.
La salita continua impegnativa con tornanti tra i prati e, superato l'albergo del colle, affronta l'ultima rampa che conduce al valico in mezzo ad una bella pineta

Fra Verrès e Saint-Vincent ci sono solo 11 Km di strada di fondovalle; risulta quindi possibile completare il circuito senza difficoltà.

(Itinerario percorso il 08/09/1990)



Il crinale dove si trova il passo tra la Val d'Ayas e la conca di Saint Vincent

Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page