>



COLLE DEL PREIT, 2083m (Cuneo)



Accesso da Ponte Marmora 14 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Ponte Marmora(944)-Canosio(1254) 

4,9

310

6,33

Canosio(1254)-Preit(1540) 

3,4

286

8,41

Preit(1540)-Servino(1817) 

3,5

277

7,91

Servino(1817)-Colle del Preit(2083)  

2,2

266

12,09




Il valico collega la parte inferiore e quella superiore dell'appartato e pittoresco Vallone del Preit, laterale meridionale della Val Maira, che sono divise da una gola strettissima ed impraticabile dove passa solo il torrente; il valico è raggiunto sul versante settentrionale da una ripida strada interamente asfaltata da pochi anni e dal passo iniziano due strade non asfaltate.

Il percorso inizia a Ponte Marmora (944m): presso una centrale elettrica si lascia la strada di fondovalle che risale la bellissima e pittoresca Valle Maira, e si passa presso una fontana per imboccare il vallone di Marmora, stretto e scosceso nella parte iniziale; dopo 200 metri di falsopiano si attraversa il torrente, si procede in moderata ascesa per altri 200 metri e si affronta la prima dura rampa riattraversando il torrente.
Dopo un tratto di salita moderata si continua con dure pendenze e si supera un terzo ponte; il vallone è strettissimo e la strada si snoda ai piedi di pareti dirupate attraversando due brevissime gallerie dal fondo dissestato.
Dopo il 4° ponte si procede in salita sensibile, ma meno dura del tratto precedente, mentre la valle si apre in un'ampia conca dove confluisce ad occidente il vallone del Preit confluisce nel vallone di Marmora.
Dopo aver lasciato a sinistra la strada asfaltata per Vernetti (1225m), capoluogo del comune di Marmora, e per l'asfaltato Colle di Esischie (2370m), si procede in alsopiano per breve tratto, si attraversa il torrente ed in moderata salita si arriva a Canosio (1254m).
Si continua in moderata ascesa per 800 metri fino al restringersi della valle in una stretta gola; si affronta una prima ripida rampa, dopo la quale si lascia a destra la strada per il Colletto di Canosio (1650m), denominato anche Col San Giovanni.
Si continua alternando rampe molto ripide in qualche caso piuttosto lunghe a brevi falsopiani mentre si percorre una gola pittoresca in cui merita osservare il torrente che forma alcune cascatelle.
Quando la valle si allarga leggermente si affrontano due tornanti presso le poche case di Pian Preit (1485m) ed in breve si raggiunge la frazione Preit (1540m) con la chiesa di San Lorenzo.
Dopo un brevissimo pianoro si riprende a salire con dure pendenze nella valle boscosa; il fondo è ancora asfaltato ma spesso ricoperto di terra e ghiaia e deformato; di fronte risulta ben visibile il passo con gli ultimi tornanti della strada che lo raggiunge e sulla sinistra la strettissima gola formata dal torrente.
Dopo aver lasciato sulla destra le Case Corte (1659m) si percorre un pianoro dove si ignora sulla sinistra un ponticello che attraversa il torrente; si percorre un breve tratto facile ma poi la strada ancora asfaltata si impenna ripidissima prima di affrontare due tornanti ravvicinati.
Si percorre un lungo e durissimo tratto in costa per raggiungere le poche baite, alcune delle quali diroccate, in località Servino (1817m).
Si affrontano quattro ripidi tornanti tra magri prati cosparsi di pietre su strada asfaltata nel 2002 e si aggira la testata della conca ai piedi delle dirupate e rocciose pareti del Bric Servino (2428m).
Si arriva al momento di affrontare con pendenze molto ripide il tratto finale: si percorre un lungo e durissimo tratto in costa sulla parete che chiude a sud la valle e si superano gli ultimi due tornanti; dopo il secondo il tracciato procede con pendenza leggermente meno severa in una conca prativa dove è stato ricavato un parcheggio ed in breve raggiunge il Colle del Preit (2083m); si gode una bella vista sull'imponente Rocca La Meja ad est e sul Bric Servino ad ovest.

Una strada a fondo naturale scende per pochi metri verso sud alle Grange Ciampasso (2066m) e continua per raggiungere altre fattorie.
Dal passo si dirige verso ovest la strada non asfaltata per il Passo della Gardetta (2437m).

(Itinerario percorso il 20/08/2002 quando il tratto finale era ancora a fondo naturale ed il 25/08/2015).



Panorama sul magnifico Vallone del Preit dalla chiesa di San Giovanni

Panorama sul passo dell'alto con vista sulla Rocca La Meja

I tornanti dopo Servino visti dall'alto



Per vedere il video clicca


Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page