PASSO DI OCLINI, 1989m (Bolzano)



Accesso da Laghetto Passo di Lavazè 3,3 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Laghetto Passo di Lavazè(1805)-Passo di Oclini(1989)
A
3,3

184

5,58






Accesso da Fontanefredde 13,5 Km NON ASFALTATA

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Fontanefredde(983)-zona artigianale(1022)
A

0,7

39

5,57

zona artigianale(1022)-1° tornante(1118)
A

2,4

96

4,00

1° tornante(1118)-Redagno(1546)
A

4,1

428

10,44

Redagno(1546)-6° tornante(1850)
N A

3,6

304

8,44

6° tornante(1850)-Passo di Oclini(1989)
N A

2,7

139

5,15






Accesso da Nova Ponente 13,3 Km NON ASFALTATA

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Nova Ponente rotonda(1361)-Malga Laab(1639)
N A

3,8

278

7,32

Malga Laab(1639)-Passo di Oclini(1989)
N A

9,5

350

3,68




Il Passo di Oclini (Grimm joch) collega la Val d'Ega a nord con la valle del rio d'Ora a sud; entrambe sono laterali della Valle dell'Adige; il valico è aperto tra il Corno Bianco/Weisshorn (2317m) a nord ed il Corno Nero/Schwarzhorn (2439m) a sud.
Sui due versanti salgono al valico strade non asfaltate, mentre una strada asfaltata raggiunge il passo partendo dal laghetto (1805m) del Passo di Lavazè (1816m) e snodandosi poi in costa verso ovest.

Il tracciato asfaltato parte dal laghetto (1805m) che si trova poco prima della sommità del Passo di Lavazè; presso gli edifici che sorgono intorno al laghetto si imbocca la strada che si dirige verso ovest sul versante trentino, supera in ambiente aperto e panoramico Malga Varena (1838m) ed una curva a destra (1912m) dove si incrocia una carreggiabile e procede in costa tra i boschi fino ad incontrare (1946m) la strada asfaltata solo in alto che sale da Nova Ponente; la strada supera il confine provinciale entrando in Alto Adige, comune di Aldino/Aldein, e continua asfaltata in moderata salita fino al passo dove sorgono due alberghi; la carta tecnica provinciale segnala la sommità del valico nel punto in cui sorgono dei cartelli indicatori ed una carreggiabile si dirige verso nord.

Il percorso parzialmente non asfaltato sul versante meridionale inizia a Fontanefredde (983m): si segue per breve tratto la strada statale N.48, che collega la Valle dell'Adige con la Valle di Fiemme attraverso il Passo di San Lugano (1097m) fino ad un incrocio (1022m) all'inizio della zona artigianale.
Si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Redagno/Radein e si sale su buona strada asfaltata con moderate pendenze a Redagno di Sotto/Unterradein (1093m) dove si attraversa il torrente; dopo il 1° tornante (1118m) nel fitto bosco la pendenza diventa molto ripida e si affrontano gli stretti 2° tornante (1301m) e 3° tornante ai piedi di una parete rocciosa.
Dopo l'ampia radura di Fossa/Grube (1404m) il tracciato riattraversa il torrente (1465m) e si snoda sul versante orientale della valle fino ad un incrocio (1546m) presso numerosi pannelli e cartelli indicatori ed un parcheggio sulla destra.
Si lascia a sinistra la strada principale per il centro della frazione Redagno/Radein (1556m) e si imbocca a destra la strada forestale che si snoda nel bosco a fondo naturale ignorando varie diramazioni laterali ed affrontando il 4° ed il 5° tornante (1793m).
Dopo aver lasciato a destra la diramazione per Doladizza/Kalditsch si affrontano il 6° tornante (1850m) ed il 7° tornante (1907m) e si oltrepassa il Rifugio Gurndin (1952m); con l'ultimo tratto di salita si raggiunge tra i prati il valico.

Il percorso parzialmente non asfaltato sul versante settentrionale inizia a Nova Ponente alla rotonda (1361m) dove si lascia a destra la strada per il Santuario di Pietralba (1521m) ed Aldino/Aldein ed a sinistra la strada provinciale per la Val d'Ega e Bolzano; si imbocca al centro una stradina asfaltata con le indicazioni per la località Laab.
Si ignora subito una diramazione asfaltata a destra e si procede in forte salita attraverso una zona residenziale; si lascia a destra la zona artigianale ignorando le diramazioni a destra per il relativo accesso; dopo un piazzale a destra si entra in moderata ascesa nel bosco; ad un bivio si tiene a sinistra in salita.
Si attraversa una zona prativa in falsopiano su tracciato molto stretto ma ancora asfaltato oltrepassando belle case e fabbricati rurali; dopo un'impegnativa rampa nel bosco si arriva ad un incrocio (1454m) presso le costruzioni del maso Bielhof dove si procede diritti.
Il fondo asfaltato termina e si procede su fondo naturale in forte salita affrontando il 1° tornante (1472m), il 2° tornante (1501m), il 3° tornante (1520m), il 4° tornante ed il 5° tornante (1561m) ravvicinati.
Si raggiunge Malga Laab (1639m) dove si trova un ristorante; all'incrocio poco prima dell'edificio si tiene a sinistra ignorando al vicino incrocio successivo (1650m) una diramazione a sinistra; ad un crocevia si ignorano due piste a sinistra e continuando nel bosco si arriva alla Capanna Nuova/Neuhutte Alm (1786m) dove si ignora il tracciato a destra.
Si svolta a sinistra e si continua a lungo in falsopiano nel bosco prima di riprendere a salire oltrepassando Malga Ora (1872m), poi si ritrova il fondo asfaltato e si arriva a sbucare (1946m) sulla strada asfaltata proveniente dal Passo di Lavazè che si segue a destra fino al vicino passo.



Premi per tornare alla pagina precedente o clicca per tornare alla HOME Page