COLLE BASSET, 2424m (Torino)



Accesso da Colle di Sestriere 7 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Colle di Sestriere(2035)-Costa Treceira(2504)
N A
6,3

469

7,44

Costa Treceira(2504)-Colle Basset(2424) 
N A

0,7

-80

-11,43

Accesso da Colle Blegier 10 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Colle Blegier(2381)-Colle Basset(2424) 
N A

10,0

43

0,43

Accesso da Oulx 16,7 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Oulx(1075)-San Marco(1198) 
A

1,6

123

7,69

San Marco(1198)-Jouvenceaux(1382) 
A

2,0

184

9,20

Jouvenceaux(1382)-Sauze d'Oulx(1510) 
A

1,5

128

8,53

Sauze d'Oulx(1510)-Istituto Zootecnico(1865)
A

3,0

355

11,83

Istituto Zootecnico(1865)-Sportinia(2137) 
N A

4,5

272

6,04

Sportinia(2137)-N.D.des Broussailles(2327)
N A

2,6

190

7,31

N.D.des Broussailles(2327)-Colle Basset(2424)
N A

1,5

97

6,47

Accesso da Salbertrand 21,9 Km

Stato

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

Salbertrand stazione(997)-Case Sersaret(1497)
N A

5,9

500

8,47

Case Sersaret(1497)-Serre Gountard(1725) 
N A

2,5

228

9,12

Serre Gountard(1725)-Case Enfers(1822) 
N A

3,9

97

2,49

Case Enfers(1822)-Case Lampuie(1785) 
N A

0,5

-37

-7,40

Case Lampuie(1785)-Istituto Zootecnico(1865)
N A

0,5

80

16,00

Istituto Zootecnico(1865)-Sportinia(2137) 
N A

4,5

272

6,04

Sportinia(2137)-N.D.des Broussailles(2327)
N A

2,6

190

7,31

N.D.des Broussailles(2327)-Colle Basset(2424)
N A

1,5

97

6,47




Il passo, aperto tra il Monte Fraitève (2701m) ed il Monte Triplex (2507m), collega la valle di Susa a nord-ovest e la Valle del Chisone a sud-est e risulta accessibile mediante diversi percorsi di grande interesse panoramico e paesaggistico tutti con fondo non asfaltato.
Le strade di valico sono quella che sale dal Colle del Sestriere e le due che salgono dalla Val di Susa unificandosi presso le Case Lampuie; inoltre una strada di crinale si snoda lungo lo spartiacque tra le due valli fino al Colle dell'Assietta (2472m).
Si tratta sempre di strade ex militari con fondo spesso accidentato adatte solo alle mountain-bike ed ai veicoli fuoristrada; i luoghi sono molto tranquilli e solitari, il traffico scarsissimo ed i panorami straordinari su un grandioso circolo di alte montagne; il percorso è aperto al traffico motorizzato tranne il tratto dal Colle Basset al Colle Blegier ed all'Assietta nei giorni di mercoledì e sabato nei quali è riservato a ciclisti ed escursionisti a piedi.

Dal Colle del Sestriere (2035m) si imbocca la strada per il campo sportivo; dopo averlo superato si scende brevemente e si raggiunge il bivio (2016m) presso il rifugio Venini (2045m), dove si svolta a sinistra in corrispondenza di una curva seguendo il cartello per il Colle dell'Assietta.
Si sale con forte pendenza nel bosco fino al ponticello sul Rio Croux, si passa tra due pareti rocciose e si effettua una larga curva verso sinistra, poi si affronta una serie di duri tornanti; il 1° tornante (2146m), il 2° tornante, il 3° tornante (2203m) presso la stazione intermedia della cabinovia, il 4° tornante (2229m), il 5° tornante, il 6° tornante (2295m), il 7° tornante (2324m), l'ottavo tornante (2424m) all'imbocco meridionale della vecchia galleria ormai inutilizzabile che evitava il tratto più elevato collegando direttamente il 7° tornante con il passo; il fondo è in qualche tratto buono, ma spesso risulta molto sassoso e difficoltoso, soprattutto nel finale; la pendenza è sempre ripida.
Fronteggiando la ripida e rocciosa parete orientale del Monte Fraitève si affrontano il 9° tornante (2442m) ed il 10° tornante (2465m) presso la stazione di arrivo della cabinovia nel punto in cui si valica la Costa Treceira, cresta erbosa che divide i due valloni laterali della valle del Chisone, quello del Rio Croux e quello del Rio Combeiraut.
Si scende sensibilmente con l'undicesimo tornante (2461m) per 700 metri fino a raggiungere il Colle Basset.

Il panorama è splendido sui monti delle valli circostanti; verso ovest si ammira il Monte Chaberton (3130m) e, nello sfondo, la piramide ghiacciata della Meije (3983m) nel Massif des Ecrins.
La strada di crinale prosegue ad alta quota aggirando sul versante del Chisone il Monte Triplex (2507m) e scendendo verso il Colle Bourget (2299m), dove passa sul versante della Dora Riparia; prosegue poi in falsopiano alle pendici della Punta di Moucrons (2507m) e risale al Colle di Costa Piana (2313m), poi risale con il 1°, il 2° tornante (2364m, il 3° tornante (2418m) ed il 4° tornante (2436m) sul versante del Chisone fino al Ricovero degli Alpini (2512m) dal quale si distacca la carrareccia che conduce alla sommità del Monte Genevris (2533m) e discende tortuosa con tre stretti tornanti (2487m, 2447m, 2413m) al Colle Blegier (2381m).

Dal borgo basso di Oulx (1075m) si sale su impegnativa e trafficata strada asfaltata attraversando Oulx alto (1121m) (fontana); con strada ampia e molti duri tornanti si toccano San Marco (1211m) e Jouvenceaux (1382m) e si raggiunge Sauze d'Oulx (1510m), nota stazione turistica; su strada molto ripida ma ancora asfaltata si continua nella zona degli impianti sciistici fino all'istituto zootecnico (1865m); poco prima di questo si incontra a sinistra la carreggiabile che proviene da Salbertrand.

Da Salbertrand (1032m) si scende a varcare la Dora Riparia sul ponte presso la stazione ferroviaria (997m) (fontana all'imbocco sud del ponte), poi si imbocca la strada a destra percorrendo 300 metri asfaltati in piano; dopo aver sottopassato l'autostrada del Fréjus la strada continua a fondo naturale molto sassoso con forte pendenza fino alla sbarra che blocca il transito dei veicoli a motore all'ingresso del Gran Bosco.
Si procede in tranquillità nel fitto e bellissimo bosco con discreto fondo stradale, dove gli aghi di pino riempono gli spazi fra i sassi rendendo la base in generale abbastanza piana; si affrontano molti tornanti con pendenza molto impegnativa ma costante e regolare; tutti gli incroci sono segnalati con cartelli in legno: occorre seguire in questo tratto il segnale "Seu-Monfol"; la fitta vegetazione ripara dalla radiazione solare e mantiene una certa frescura.
Dopo le case Sersaret (1497m) il bosco si apre in qualche piccola radura e la pendenza diventa leggermente più dura; con altri tornanti si raggiunge l'incrocio di Serre Gountard (1725m) con la strada proveniente da Oulx e Monfol; da qui occorre seguire i segnali "Blegier".
Si affronta un tratto in leggera salita con ottimo fondo in terra battuta che aggira il costone raggiungendo una zona di pascoli; presso un incrocio si affronta una rampa molto ripida, seguita da un falsopiano ed un'altra ripida rampa.
Si continua nel bosco con forte pendenza lasciando a sinistra la carreggiabile per Montagne Seu; la sede stradale diventa più stretta e dal fondo peggiore ed affronta alcuni tornanti molto ripidi fino al bivio in cui si lascia a sinistra la strada per il Colle Blegier.
Si discende moderatamente toccando le case Enfers (1822m), presso le quali si trova una fontana, e Lampuie (1785m); subito dopo si incontra la strada asfaltata che sale da Sauze d'Oulx e si prende a sinistra per salire con pendenza molto ripida all'istituto zootecnico (1865m).
La strada procede con fondo non asfaltato alternando tratti con forte pendenza con alcuni brevi falsopiani; si procede generalmente in costa nel bosco fra gli impianti sciistici ma si devono affrontare anche alcuni tornanti; il fondo in genere è buono e la sede stradale abbastanza ampia ma il tracciato è aperto al traffico automobilistico.
In ripida ascesa si raggiunge un bar-ristorante a quota 2096m e, continuando nel bosco, si arriva a Sportinia (2137m), dove si trova l'ultima possibilità di ristoro; si continua con ripidi strappi e si affrontano alcuni duri tornanti che conducono nella conca sotto il lago Pilone (2286m), che non si vede.
Dopo una breve discesa si riprende in forte salita per raggiungere la cappella di Notre Dame de Broussailles (2327m), in splendida posizione panoramica sul crinale che scende dal Monte Triplex.
Si imbocca il vallone terminale che la carreggiabile risale alternando molti tratti duri ad alcuni dalla pendenza moderata; dopo aver lasciato a sinistra la stradina per il rifugio "La Marmotta" si raggiunge il passo in mezzo ad impianti di risalita e piste di sci.

(Itinerario percorso il 18/07/1998)



In cima al Colle Basset

Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page