PAS DE L'ESCOUS, 1008m (Alpes Maritimes)



Accesso da L'Escarène 11,6 Km

Distanza (km)

Dislivello (m)

Pendenza (%)

L'Escarène(357)-Lucéram(644)

6,5

287

4,42

Lucéram(644)-8° tornante(805)

2,6

161

6,19

8° tornante(805)-Pas de l'Escous(1008)

2,5

203

8,12




Il passo si trova sullo spartiacque tra la valle del Paillon a sud e la valle della Bevera, affluente del fiume Roia, a nord e risulta raggiungibile solo dal versante sud mediante una strada asfaltata; su alcune carte viene confuso con il vicino Col de l'Orme (1000m) dal quale è superato da una piccola altura.

Sullo spartiacque tra le valli del Paillon a sud e della Bevera a nord ci sono 4 passi:
- il Col de Braus (1002m) ad est è l'unico valicato da un tracciato che percorre entrambi i versanti,
- il Col de l'Ablé (1149m) risulta soltanto toccato ma non attraversato dalla strada di crinale che collega il Col de Braus al Pas de l'Escous,
- il Col de l'Orme (1000m) risulta soltanto toccato ma non attraversato dalla strada di crinale che collega il Col de Braus al Pas de l'Escous,
- il Pas de l'Escous (1008m) ad ovest è raggiunto da una strada che risale il versante sud ma nessun tracciato esiste sul versante della valle della Bevera; dal valico partono in salita i tracciati che conducono al Col de Braus verso est ed alla Baisse de la Cabanette (1372m) verso ovest.

Il percorso inizia a l'Escarène (357m), nodo di comunicazioni nella valle del Paillon, dove transita la strada nazionale che congiunge Nizza alla valle del Roia attraverso il Col de Braus (1002m); il paese è raggiungibile da Nizza affrontando il Col de Nice (412m) che presenta sul versante nord una salita impegnativa, ma lunga solamente un chilometro, e sul versante sud dei lunghi tratti di falsopiano e leggera ascesa seguiti da un finale molto impegnativo.
Dal centro di l'Escarène si attraversa il fiume, sotto il viadotto della ferrovia si lascia a destra ad un incrocio (362m) la strada per il Col de Braus, si percorre una breve galleria e si sale duramente fino alla stazione ferroviaria, poi si procede in falsopiano per 500 metri costeggiando i binari fino a quando questi entrano in galleria; con una rampetta si raggiunge una rotonda (397m), poi si entra in una stretta valle dapprima in falsopiano e poi in sensibile ascesa incontrando numerose abitazioni sparse .
Dopo aver attraversato il torrente al Pont du Vergié (554m) si sale duramente per arrivare a Lucéram (644m), villaggio medievale il cui centro storico è abbarbicato su un roccione; si attraversa il paese incontrando una fontana e si raggiunge l'incrocio dove occorre tenere a destra seguendo la strada dipartimentale D21 mentre a sinistra la strada dipartimentale D2566 raggiunge il Col Saint-Roch (990m) ed il Col de la Porte (1068m).
Si sale duramente nel fondo di una stretta valletta prima di attraversare il torrente su un ponte (662m) e di affrontare il primo tornante e, dopo un tratto facile, il 2° tornante in corrispondenza di una diramazione a fondo chiuso a destra.
Dopo un tratto in costa ed un altro ponte (715m) si guadagna quota con altri 8 tornanti e bella vista retrospettiva su Lucéram; la pendenza è molto impegnativa ma regolare; dopo l'ottavo tornante (805m), il 9° tornante (865m) ed il 10° tornante si prosegue con un lungo tratto in costa abbastanza ombreggiato e bella vista sugli arditi tornanti che dal Pas de l'Escous conducono alla Baisse de la Cabanette.
Il tracciato transita ai piedi del Col de l'Orme (1000m) e con l'undicesimo ed ultimo tornante raggiunge lo spartiacque tra la valle del Paillon e quella della Bevera al solitario Pas de l'Escous (1008m); vi si trova l'incrocio dove occorre scegliere se tenere a destra per il Col de l'Orme, il Col de l'Ablé ed il Col de Braus oppure a sinistra per salire alla Baisse de la Cabanette.

(Itinerario percorso il 15/08/2011).



Il passo ed i sovrastanti tornanti della Baisse de la Cabanette visti arrivando da Lucéram

Panorama sul passo salendo verso la Baisse de la Cabanette

Premi per tornare all'elenco dei passi o clicca per tornare alla HOME Page